Ballate folk ed altre storie” è il titolo del nuovo album dei Dogs Love Company.Questo album rappresenta l'amore incondizionato che la band, fondata da Danilo Di Giampaolo e Victor Mazzetta nel 2000, hanno per il proprio territorio.Dopo il successo di “Cutina”, sono tornati con un’opera che contiene 5 brani che, con arrangiamenti semplici ed originali, racconta della tradizione attraverso la musica popolare meridionale, ed in particolare di Abruzzo e Puglia.La Puglia, infatti, è presente nell’album attraverso “Lu furastiero” e “Mo ve la bella mia da la muntagna”, opere di indiscussa bellezza scritte da Matteo Salvatore, uno dei più grandi tra i compositori e cantanti della musica popolare, citato molte volte anche da Eugenio Bennato.

Mare maje”, uno dei brani interpretati da Danilo Di Giampaolo,di origine balcanica, ed è conosciuto dal grande pubblico anche come “Scure maje”, mentre “Nebbi’ a la valle” è noto anche come uno dei brani più famosi di Domenico Modugno che, con i versi di Enrica Bonaccorti, divenne celebre con il titolo “Amara terra mia”.In questo album non è racchiusa semplicemente una rivisitazione di brani della musica popolare, ma rappresenta tutto l’amore che Danilo Di Giampaolo e Victor Mazzetta, accompagnati alle percussioni da Daniele Di Pentima, cantano per una terra ricca di passato e che si proietta verso un futuro incerto e desolante da una parte, visto l’abbandono dei piccoli paesi ma che ancora emoziona pensando che quando le note e le parole fanno immaginare i tratturi della transumanza, le immense distese di grano e di ulivi e quel cielo che avvolge tutto, danno ancora la speranza per un futuro radioso per il meridione d’Italia.

I migliori video del giorno

DogsLoveCompany la band del folk/blues che canta della propria terra.Il progetto nato nel 2000 dalle menti Victor Mazzetta e Danilo Di Giampaolo ha pubblicato "Cutina" nel Dicembre 2012, album d'esordio che ha avuto buoni risultati di pubblico e critica.

Infatti ci sono stati riconoscimenti molto importanti nel panorama della musica come il "Premio Pigro" intitolato ad Ivan Graziani, fortemente voluto da Anna Graziani, moglie di Ivan, che seleziona ogni anno 15 artisti emergenti tra band e solisti. Nel 2011 raggiunsero il quinto posto al Biella Festival, manifestazione dedicata ad autori e cantautori italiani e, sempre nel 2011, vinsero come "miglior brano originale" al Montorio in Festival con la canzone "Ballo da Solo".