2

Giunta all'ottavo e terzultimo capitolo (F&F 9 e 10, già in cantiere, saranno i due atti conclusivi) la saga con protagonisti Vin Diesel, Dwayne 'The Rock' Johnson e Jason Statham continua a mietere successi ai botteghini mondiali. The Fate of the Furious è il secondo film del franchise (dopo 'Furious 7') a superare il miliardo di dollari d'incassi, oltre ad essere il primo senza il compianto Paul Walker, che viene ricordato anche in questo episodio, ed entrare in grande stile nella classifica dei 30 film 'miliardari' della storia del Cinema, all'11a posizione, sfiorando così la TopTen.

361.000.000 $ 'rastrellati' solo in Cina, miglior risultato di sempre sul mercato asiatico.

Meglio di Star Wars nel weekend d'apertura

Fast&Furious 8 ha infranto diversi altri record: nel primo weekend di programmazione ha battuto gli esordi di mostri sacri come 'Avatar' di James Cameron (miglior incasso di sempre in assoluto, di cui il regista ha più volte annunciato il sequel) e 'Star Wars: il risveglio della Forza', diretto da J:J: Abrams, che occupa il gradino più basso del podio. La pellicola, al di là dei risultati commerciali, dimostra come il franchise, anche qualitativamente, sia in continua crescita. Infatti si tratta di un buon film d'azione con la giusta dose di humor (notevoli i duetti The Rock-Statham) e con scene d'azione e di inseguimenti in auto di notevole impatto. Da vedere, per chi ama il genere action. Si segnalano inoltre l'ingresso dell'ennesima star di prima grandezza: Charlize Theron, cattivissima dell'ultimo episodio e la conferma di Kurt Russel (Mr Nobody).

I migliori video del giorno

Gli ultimi due capitoli, nono e decimo, usciranno tra il 2019 e il 2021, chiudendo la saga cinematografica iniziata nel lontanissimo 2001 e proseguita, con risultati altalenanti, coil deludente '2Fast 2Furious', coi mediocri risultati di 'Tokyo Drift', e con il pasticciato 'Solo parti originali', che segnava il ritorno in pianta stabile dei due attori principali. Le gesta dell'abile ladro d'auto Dom Toretto (impersonato da Vin Diesel) e della sua crew non solo non hanno mai perso, ma hanno anzi aumentato, il loro appeal presso il pubblico mondiale.

'Flop' italiano

Nonostante i risultati stratosferici ottenuti in tutto il resto del mondo in Italia l'accoglienza è stata molto più tiepida. Il film nel nostro Paese non ha certo sbancato, scivolando dalla testa della classifica al quarto posto in poche settimane, scalzato, tra l'altro, dalla commedia francese 'Una famiglia all'improvviso', con protagonista il bravissimo Omar Sy di 'Quasi amici'.