Si è spento a Roma l'attore genovese Paolo Villaggio, aveva 84 anni. A comunicarlo è stata la figlia Elisabetta tramite un post sul suo profilo Facebook.

Il comico era ricoverato da alcuni giorni al Policlinico Gemelli di Roma, a causa di un peggioramento delle sue condizioni di salute dovuto al diabete.

Uno dei veri comici italiani

Paolo Villaggio è sempre stato definito da tutti come il "genio della comicità". Il primo pensiero è riconducibile al suo personaggio che ha fatto la storia della commedia in Italia: Fantozzi. Il ragionier Ugo fantozzi venne ideato dallo stesso Villaggio. La sua storia era tratta dalla realtà.

Il comico, infatti, si ispirò a un collega che lavorava insieme a lui nella Italsider, l'attuale Ilva, società che si occupa della produzione d'acciaio.Nel 1971 uscì un libro con le tragicomiche avventure del ragionere, mentre il primo film (dal semplice titolo Fantozzi) uscì nel 1975 e la serie cinematografia a lui ispirata si concluse nel 1999 con Fantozzi 2000 - La clonazione. Grazie al suo enorme successo, il personaggio di Ugo Fantozzi è entrato di diritto anche nel linguaggio popolare. Da non dimenticare il termine fantozziano, che si può trovare su tutti i dizionari italiani.

I premi e i riconoscimenti

La carriera di Paolo Villaggio è stata costellata da tanti riconoscimenti. Nella lista troviamo il David di Donatello nel 1990 come miglior attore protagonista per il film di Federico Fellini La voce della luna.

Gli sono stati assegnati anche premi alla carriera, durante la cerimonia dei David nel 2009, ma anche al Festival del Cinema di Venezia nel 1992. Nel 1995 è stato anche insignito dell'onorificenza di Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana, su proposta del Consiglio dei Ministri.

La sua amicizia con Fabrizio De Andrè

Tra gli aspetti più conosciuti della sua vita c'era anche la sua solida amicizia con il cantautore genovese Fabrizio De Andrè, per il quale ha scritto anche due canzoni, 'Il fannullone" e "Carlo Martello ritorna dalla battaglia di Poitiers". Insieme hanno iniziato la carriera nel mondo dello spettacolo, facendo da entertainer nelle navi da crociera. Una carriera che lo lanciò nel mondo del cabaret, spingendolo fino alla radio e alla televisione. Fu proprio grazie a un programma televisivo che iniziò la sua ascesa. Si chiamava Quelli della Domenica, un varietà che andava in onda in Rai la domenica pomeriggio e che lo portò, per la prima volta, a vestire i panni di Giandomenico Fracchia.

Le ultime apparizioni in tv

Negli ultimi anni Paolo Villaggio è apparso alcune volte in tv. Tra le sue interviste più memorabili ricordiamo quella fatta da Le Iene, intitolata Una Vita Piena, dove disse "La morte deve essere come rientrare nel ventre materno".