Lo scorso 30 agosto, gli u2 hanno presentato un brano che sarà incluso nell'album dicembrino. Il titolo è "The Blackout" ed è stato pubblicato direttamente sul loro canale Facebook. Il 6 settembre è la volta di "You're the best thing about me". In quest’ultima situazione, Bono Vox e compagni, hanno scelto un media diverso per la divulgazione. Hanno preferito pubblicare sul loro account YouTube il lyric video che accompagna la canzone. Insomma, i fan degli U2 attraverso l’ascolto di queste prime composizioni riusciranno probabilmente a intuire il concept completo dell’opera che arriverà insieme alle strenne natalizie.

Il singolo

Intorno al brano, come ovvio, girano i nomi dei componenti della celeberrima rock band irlandese.

Tuttavia, limitare la partecipazione ai soli Bono Vox, al secolo Paul David Hewson, (vocalist), Adam Clayton (bassista),The Edge, ovvero David Howell Evans (alla chitarra) e Larry Mullen Jr. (batteria), è riduttivo. Infatti, se è vero che musica e testo appartengono inequivocabilmente alla loro capacità di essere artisti, l’insieme del progetto prevede rimandi ad altre figure appartenenti, circa e comunque, al loro entourage affettivo e collaborativo.

Ispirazioni e collaborazioni

Intanto, la cover del singolo ritrae Sian Evans. La ragazza, ritratta con sulla testa un tipico copricapo militare – la rappresentazione è una monocromia basata su un azzurro intenso – è la figlia di The Edge, en passant, uno dei chitarristi che ha influenzato col suo stile una miriade di appassionati della seicorde.

I migliori video del giorno

Per quanto concerne la dedica, invece, il nome da citare è quello di Ali Hewson, moglie del frontman della rock band, Bono Vox. Il progetto della parte grafica è stato affidato ad Anton Corbijn. L’abile fotografo è un collaboratore storico del gruppo.

Per questo, l'artwork di "You're the best thing about me", risulta essere in perfetta sintonia con il contenuto del brano. Il fotografo è conosciuto, tra l’altro, per aver ideato la celebre copertina di un album epocale, "The Joshua Tree". Le due canzoni pubblicate, quindi, andranno a confluire in un album che si chiamerà "Songs of Experience". Come noto, quest’ultimo album ancora inedito, fa parte di un più ampio progetto, iniziato col precedente e tredicesimo Cd, "Songs of Innocence". Ambedue i lavori sono ispirati alle poesie illustrate dello scrittore e poeta inglese William Blake, "Songs of Innocence and Experience".