La notizia è trapelata da pochissimo tempo. Il regista e attore britannico Keneth Branagh, famoso per aver adattato a più riprese l'opera shakespeariana, dirigerà e interpreterà il remake di un noto film tratto da uno dei migliori romanzi di Agatha Christie, 'assassinio sul nilo'. Mentre nelle sale di tutto il mondo viene proiettata la sua ultima fatica dal titolo 'Assassinio sull'Orient Express' (in Italia uscirà il 30 novembre 2017), già remake dell'omonimo film diretto da Sydney Lumet nel 1974, la 20th Century Fox ha già deciso di avviare la pre-produzione del prossimo capitolo.

Branagh attore e regista

Kennet Branagh si è contraddistinto nel panorama cinematografico per aver spesso diretto pellicole tratte da grandi classici della letteratura mondiale e da pièce teatrali.

Tra le più famose si ricordano gli adattamenti alle opere di William Shakespeare come 'Amleto', con un cast corale d'eccezione, ed 'Enrico V', per il quale si aggiudicò la sua prima nomination all'Oscar, o la bellissima trasposizione del Frankenstein di Mary Shelley diretto e interpretato nel 1994 a fianco di Robert De Niro. Branagh è altresí famoso per aver diretto i recenti blockbuster 'Thor' e 'Cenerentola' e per aver collaborato al cinefumetto di 'Iron Man 2'.

Nel 2017, a dieci anni di distanza da 'Sleuth - Gli Insospettabili', riprende in mano un'opera letteraria per trarne un film. Protagonista dei fatti non è più il poeta di Macbeth bensì la scrittrice che vende di più al mondo, Agatha Christie. 'Assassinio sull'Orient Express', distribuito negli USA il 10 novembre scorso, sta ottenendo riscontri più che favorevoli da parte di critica e pubblico i quali hanno lodato in particolar modo l'interpretazione dello stesso Branagh nei panni di Hercule Poirot.

I migliori video del giorno

Visto il successo, la Fox ha già messo le mani avanti per un ulteriore secondo capitolo dedicato al bizzarro investigatore belga.

Il nuovo percorso

'Assassinio sul Nilo' fu uno dei film di maggior successo tratti dai romanzi della Christie. Uscito nel 1978 ed interpretato dal compianto Peter Ustinov, raccontava di un omicidio compiuto durante una luna di miele sul Nilo in compagnia di Poirot. Nel cast facevano parte grandi attori dell'epoca come Mia Farrow, George Kennedy e Bette Davis.

Viste le circostanze, potrebbe trattarsi di una svolta nella carriera del regista nord irlandese impegnato per anni con il teatro shakespeariano e non. Lasciata momentaneamente da parte l'opera del poeta di Stratford-upon-Avon, Branagh sta probabilmente intraprendendo un nuovo percorso cinematografico ispirato ad un altro baluardo della letteratura inglese.