Gli Ultimi Jedi, l’ottavo capitolo della saga di Star Wars, trova una nota polemica in Mark Hamill, che tuona dicendo: “Quello è più il mio Luke". Il leggendario interpreta degli episodi IV, V e VI, l'eroe che ferma il temibile Darth Wader, prende le distanze della nuova trilogia che aveva comunque sostenuto sul nascere. Ad alimentare questa presa di posizione non sono solo le polemiche dei numerosi fans storici, che hanno visto nell'episodio VIII una specie di negazione dei 30 anni precedenti, ma il fatto che il leggendario Luke Skywalker sia letteralmente diverso da quello che si ricordava e che ha fatto la storia della Saga.

“L’avevo detto a Rian: i Jedi non si arrendono"

I jedi non si arrendono tuona Hamill, che non si riconosce più nel suo vecchio personaggio perché secondo lui Rian Johnson ha snaturato non solo Luke ma la natura stessa dei cavalieri Jedi, che sono l'ultimo baluardo alla pace del cosmo e che a costo di morire non si arrendono davanti a nulla, perché sono i depositari della 'Forza', energia Divina che questi cavalieri sanno manipolare e incanalare per aiutare la povera gente.

Arrendersi significherebbe rinunciare a una missione mistica a cui si è chiamati, un po' come se una delle Lanterne Verdi (protagoniste di un film [VIDEO] del 2011 diretto da Martin Campbell) rinunciasse all'anello di energia verde, cosa inverosimile e che eroi del leggendario corpo spaziale, Abin Sur, non avrebbero mai fatto. Lo stesso vale per Luke, colui che può essere definito l'ultimo allievo del sommo Yoda e di conseguenza l'ultimo depositario di un'energia arcana che deve essere passata ai giovani Jedi.

I fans appoggiano il "vecchio" Luke

Non sono mancate le petizioni per bloccare la saga e ricostruire da capo gli episodi VII e VIII [VIDEO] per non cancellare 30 anni di gloriosa epopea. Sono queste le intenzioni dei fans storici che non hanno gradito le nuove pellicole, specialmente l'episodio VIII che considerano fuori da ogni logica e molto distante da cosa ha sempre rappresentato Star Wars.

Nonostante tutto però il nuovo Star Wars sta letteralmente catturando pubblico tra le nuove leve, cioè nuovi cultori in erba della leggendaria saga che invece, non avendo conosciuto il vecchio Luke e Han Solo si è legato a questi nuovi eroi immedesimandosi in essi. Si chiude in pratica una storia, un po' come accadde con Star Trek, quando si sono affermate le nuove saghe che hanno letteralmente mandato in pensione gli storici capitani Kirk e Picard e le vecchie Enterprise.