'Se riposti quella foto sei stupido, era uno shooting, e lo ho anche postato involontariamente. Questo per dire che non sapete niente della mia vita privata', con queste parole, caricate in una Instagram stories nella giornata di oggi, Dark side, membro di punta della Dark Polo Gang, ha risposto ai tanti utenti on line che in data odierna hanno ricaricato sui social un'immagine in bianco e nero che ritrae il ragazzo in compagnia di una giovane, intenta a mostrare il seno scoperto.

La foto è comparsa tra le Instagram Stories dell'artista romano durante la nottata di ieri, ed è rimasta on line per qualche ora, prima di essere cancellata nella mattinata di oggi.

Un lasso di tempo che ha permesso a tanti tra fan e curiosi di ogni genere di 'screenshottare' il contenuto, che attualmente si sta viralizzando, invadendo i forum, le pagine facebook ed i più svariati gruppi social che quotidianamente seguono con attenzione le vicende legate al mondo del rap e della musica urban italiana [VIDEO].

Side più fortunato di Guè Pequeno e Fred De Palma

L'artista romano è stato sicuramente più fortunato dei colleghi Fred De Palma e Guè Pequeno, che negli anni passati avevano avuto dei problemi simili: entrambi avevano infatti caricato delle immagini hot sui social network, togliendole dopo pochi istanti, giusto il tempo di rendersi conto dell'errore commesso.

Purtroppo per loro però, le due immagini sopracitate – che ritraevano i diretti interessati completamente senza veli, con le parti intime in bella vista – diventarono, soprattutto nel caso di Guè Pequeno [VIDEO], oggetto delle attenzioni dei più svariati blog-magazine, anche e soprattutto al di fuori dell'ambito prettamente musicale, nonché di molte testate giornalistiche, che in alcuni casi arrivarono addirittura ad ipotizzare che l'errore del rapper milanese fosse in realtà frutto di una scelta ragionata dell'artista, che avrebbe sfruttato il clamore mediatico conseguente alla vicenda per farsi pubblicità ed incrementare la sua già significativa popolarità.

Queste le parole di Guè Pequeno in risposta alle accuse:

'Alcun siti internet, come ad esempio il 'Fatto Quotidiano', si sono permessi addirittura di ipotizzare che il video non era stato caricato per errore. [...] A me dispiace molto per tutti i perbenisti convinti e per i bigotti, so anche di essere molto invidiato e odiato, però sinceramente io non andrei mai e poi mai a vedermi un video in cui un rapper pratica dell'autoerotismo [...] Viva le s***e.