L'attesa per Suburra 2 la serie è finita. Inizia infatti domani, 22 febbraio, la seconda stagione targata Netflix [VIDEO] che ha avuto un grande successo in tutta Italia. Il cast sarà più o meno lo stesso. Torneranno Aureliano, Spadino e Lele ma ci saranno anche dei personaggi nuovi pronti a mettere scompiglio nella lotta alla conquista di Roma e del litorale.

La serie, girata per lo più a Roma e dintorni e ispirata al romanzo omonimo di Giancarlo de Cataldo e Carlo Bonini, è diventata uno dei crime triller italiani più amati di sempre.

Pubblicità

Circa 100 location tra cui le più caratteristiche ai fini della trama e delle ambientazioni: Montecitorio, Fori Imperiali, Piazza di Pietra, Colosseo, Via della Conciliazione, Piramide e diverse vie del Centro storico ma anche Ostia e Fiumicino.

Una seconda [VIDEO] stagione che promette tanti colpi di scena ed evoluzioni dei personaggi. Già alla fine della prima serie i protagonisti principali stavano vivendo momenti di crisi importanti che non potevano far altro che preannunciare cosa accadrà nei prossimi episodi.

I protagonisti della serie Suburra

Aureliano, alias Alessandro Borghi dopo la morte del padre e della fidanzata si ritrova a chiudere ogni tipo di rapporto con la sorella Livia. Si ritrova solo contro tutti al potere di Ostia e sembra proprio che questa condizione non potrà durare a lungo. Nella seconda stagione, visto che il suo odio nei confronti di Livia non si placa e gli affari di famiglia non li ha mai gestiti da solo, incorrerà in diversi problemi.

Spadino, alias Giacomo Ferrara, invece, alla fine della prima stagione sembra essere un personaggio in parte più risoluto.

Pubblicità

Dopo il matrimonio con Angelica, figlia di un capo di famiglia Rom e l'arresto dello zio, vuole prendere le redini del potere e comandare sulla sua zona. Nella seconda stagione. nonostante la sua omosessualità che nella prima serie ha provato a nascondere, riesce a trovare un accordo con la moglie per il raggiungimento di un obiettivo comune: prendere il comando.

Lele, alias Edoardo Valdarnini, è il personaggio 'fuori dal coro' in quanto di provenienza diversa rispetto ai suoi amici nati nella 'delinquenza'.

Figlio di un poliziotto, è un ragazzo un po' sopra le righe. Con lo spaccio di pasticche per feste 'importanti' si mette nei guai e si trova a fronteggiare e a essere ricattato da Samurai. Con la morte del padre matura la voglia di diventare anche lui poliziotto e infatti la seconda serie vedrà Lele nei panni di un vice ispettore, sempre alle prese con i suoi 'vecchi' amici e nemici.

Non resta a questo punto restare incollati alla televisione e scoprire quali saranno i risvolti di questa crime fiction così amata.

Pubblicità

Tutti si chiedono a chi andrà il comando di Roma. E chi lo sa che non ci sia già l'idea di girare anche una terza stagione.