Nella quarta serata del Festival di venerdì 7 febbraio è stato decretato il vincitore della categoria Nuove Proposte: il risultato finale vede Leo Gassmann battere Tecla per un soffio con il 52,5 per cento dei voti. Ma vediamo com'è andata la semifinale. Il primo duello è tra Marco Sentieri e Tecla, la sola donna del quartetto di semifinalisti per la categoria Giovani. Si aspetta il verdetto, i cui voti sono ripartiti con queste proporzioni: 33 percento per la giuria demoscopica, 33 percento del totale spetta alla sala stampa e il 34 percento dei voti sono invece attribuiti con il televoto.

Il 55 percento delle preferenze è in favore di Tecla, che con la sua '8 marzo' arriva in finale. Sono passate le 21 quando viene annunciato il primo finalista e Amadeus ricorda: "Oggi è la giornata contro il bullismo". Il testo ‘Billy Blu’ di quel Sentieri ormai eliminato è una canzone che racconta una storia brutale di bullismo ed emarginazione.

Il nuovo scontro è tra Leo e Fasma

Altro giro, altro duello: Leo Gassmann contro Fasma, passa solo uno di loro. Inizia Leo e nel corso dell'esibizione si sente una leggera stonatura, ma la platea gradisce e applaude ugualmente.

Così Amadeus ripete: "Ricordiamo che questo è il secondo duello. Con il codice 02 canta Fasma". Il pubblico è in delirio, ancora qualche minuto e sapremo chi sarà il secondo finalista. Anche per Fasma si ripetono lunghi applausi. "Stop al televoto" annuncia Amadeus, che chiude la partita. Pochi secondi e si conoscerà il nome del cantante che si aggiudica questa sfida. Arriva la busta: "Pensate che chi vince tra Leo e Fasma lo fa con il 50,1 per cento.

Il vincitore è Leo Gassmann”. Allora, il presentatore non si lascia pregare: "Certamente sentiremo parlare di loro in futuro".

La finalissima

Gli sfidanti sono Tecla e Leo Gassmann, con '8 marzo' e 'Vai bene così', mentre Amadeus ricorda agli spettatori "Avete tempo circa un quarto d’ora per votare e poi altre sorprese". Ma a questo punto succede qualcosa che è inevitabile come quando si ricevono gli auguri di compleanno sulla bacheca di Facebook.

Non si era ancora visto e afferra l’occasione per fare il suo ingresso sul palco, questa volta è vestito da coniglio e naturalmente è lui, Fiorello, che si presenta al pubblico: "Sono il figlio di Milly Carlucci". Però, dopo qualche istante, si trasforma imprevedibilmente nel personaggio che gli viene meglio, cioè Maria De Filippi: "Sono metà coniglio e metà Maria De Filippi", continua il ‘ciuri’ siciliano. "Achille Lauro vestito da San Francesco, io da Don Matteo e ieri Benigni con il Canto dei Cantici. Qui dentro c’è vaticanismo", commenta Fiorello.

Lo showman toglie fuori dal cilindro anche il nome di Tina Cipollari, famosa opinionista del programma ‘Uomini e Donne’, continuando l'imitazione della De Filippi con la ripetizione delle sue frasi più celebri.

La parrucca bionda svetta sulla platea e Fiore parte con la sua performance canora. Manca la tuta di Achille Lauro su cui lo stesso presentatore fa battute da repertorio, ma sulla musica di ‘Generale’ di De Gregori Fiorello canta un altro classico. Si tratta di ‘Montagne verdi’ di Marcella Bella. Arriva la busta e Amadeus annuncia: "Vince Leo Gassmann".

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!