È in uscita il 25 novembre nelle sale cinematografiche il film Stardust.

Senza alcun brano di Bowie in colonna sonora, il regista Gabriel Range (regista britannico, conosciuto maggiormente per il suo documentario politico di fantasia sull' assassinio di George W. Bush in Death of a President) racconta nel suo film la storia di un giovane Bowie, interpretato da Johnny Flynn, (attore conosciuto principalmente nelle serie tv Lovesick, Genius e Vanity Fair) prima che diventasse la grande e consacrata star che tutti ricordano.

Il film si sofferma su quando, a 24 anni, Bowie partì per un primo viaggio negli Stati Uniti insieme all’addetto stampa della Mercury Records Rob Oberman, andando incontro ad un mondo che potenzialmente non era in grado di comprendere il concetto di innovazione dell' artista.

Il viaggio di David Bowie per diventare Ziggy Stardust

Stardust, racconta le vicende che portarono alla creazione dell'iconografia poliedrica di Ziggy Stardust, un alieno androgino che giunge dallo spazio per avvisare l’umanità che le restano soltanto cinque anni di vita. Il giovane britannico interpreta questo ruolo sul palco durante i suoi show, capelli rossi, tute aderenti e la caratteristica stella dipinta sull’occhio destro. Questo evento cambia la storia del rock, passando dallo stereotipo del frontman dall'atteggiamento tipicamente machista, a una figura non connotata e tendenzialmente androgina.

Un' innovazione che, nel giro di pochi anni, diventerà predominante affermando il glam rock come maggior corrente musicale del decennio.

Stardust ha già sollevato qualche contestazione da parte dei fans di Bowie poichè non contiene nemmeno un brano del repertorio del cantante. Il regista Gabriel Range dichiara: “Non abbiamo avuto i diritti dal figlio, il regista Duncan Jones, e poi sarebbero costati troppo, certamente non è il biopic che ne descrive la carriera immersa in una compilation di greatest hits come di recente abbiamo avuto modo di vedere nei Cinema”, riferendosi probabilmente "Bohemian Rhapsody" biopic su Freddie Mercury.

Dopo essere stato presentato alla Festa del cinema di Roma, Stardust verrà distribuito negli Usa dal prossimo 25 novembre.

Il trailer con Johnny Flynn non convince i fans

Il ruolo di David Bowie è stato affidato a Johnny Flynn, attore e cantante sudafricano naturalizzato britannico. La sua interpretazione, complice la scarsa somiglianza con il performer britannico, ha creato dubbi fra alcuni fans che non si sono espressi positivamente in reazione al trailer del film da poco uscito sul web.

La sceneggiatura del film racconta diversi aneddoti riguardanti il periodo americano di David Bowie, cercando di sviluppare alcuni retroscena della vita dell'artista, come ad esempio la paura della malattia mentale che aveva intaccato suo fratello Terry tempo prima e suscitando in David l’ossessione di poter essere colpito dalla schizofrenia.

Il regista Gabriel Range vuole, insomma, esprimere in questo film quanto sia stata affascinante la parte riguardante la vita dell'artista prima di raggiungere quella fama mondiale che riecheggia ancora oggi dopo la sua morte.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!