Giotto, Tiziano, una splendida serie sulla vita di Caravaggio, l’Efebo di Sutri e un servizio fotografico su Pier Paolo Pasolini oltre a tanta Arte contemporanea. Offerta tutta nella mostra "Incontri a Sutri: da Giotto a Pasolini" in corso fino al 17 gennaio 2021 al Museo Palazzo Doebbing di Sutri ideata dal sindaco Vittorio Sgarbi. L’Antichissima Città di Sutri, luogo di transito di pellegrini lungo l’antica via Francigena, custode di uno spettacolare anfiteatro e di un mitreo evocativo, sta via via arricchendo la propria proposta culturale, una sorta di Rinascimento sutrino al quale il sindaco-critico d’arte si dedica con entusiasmo.

A Sutri una Madonna di Giotto

Tra i tesori esposti in questi giorni al Museo Palazzo Doebbing di Sutri nella mostra ideata da Vittorio Sgarbi e prodotta da Contemplazioni, va annoverata senz’atro la Madonna di Giotto rinvenuta di recente in una raccolta in Massachusetts. Si ritiene che l’opera facesse parte di un dossale o di un pollittico. Ad accogliere il visitatore nella prima sala la sorprendente opera scultorea L’Efebo di Sutri. Rinvenuta per caso da alcuni contadini sutrini nel 1912 e per anni nascosta nei magazzini di Palazzo Massimo di Roma. L’Efebo resterà, d’ora in poi, nella cittadina del Viterbese. L’annuncio è stato fatto dallo stesso sindaco Sgarbi a maggio scorso. “La sua collocazione, appena all'ingresso del palazzo Doebbing – ha detto Sgarbi - è ideale”.

Si tratta di una statua di bronzo, alta 80 centimetri, del primo periodo imperiale.

Venanzoni e la morte di Caravaggio

L’ingegno di Sgarbi ha saputo ancora una volta mettere insieme l’antico e il contemporaneo. Come nella scelta di esporre la produzione di Guido Venanzoni che a Sutri espone una sorprendente serie dal titolo “Storie della vita di Caravaggio”.

Quadri di grandi dimensioni dal vago stile caravaggesco che ripropongono alcuni episodi clou della vita del grande pittore della luce. Se l’assassinio avvenuto il 28 maggio 1606 di Ranuccio Tommasoni da parte di Michelangelo Merisi, alias Caravaggio, è un episodio noto, non è così la morte dell’artista che Venanzoni colloca al castello di Palo anziché, come si vuole tradizionalmente, a Porto Ercole.

Ritratto fotografico di Pier Paolo Pasolini

Tra le opere di molti artisti contemporanei tra i quali Justin Bradshaw, la mostra a Palazzo Doebbing di Sutri approda alla carrellata di foto di Pier Paolo Pasolini negli scatti di Dino Prediali. Pasolini alla sua macchina da scrivere Olivetti, Pasolini al fianco della sua Alfa Romeo 2000 GT Veloce, Pasolini che legge nella sua casa di Chia. Anche questa è una finestra che apre a un mondo di emozioni. Si esce dalla mostra storditi di tanta arte, tutta riunita in un unico luogo, un museo che si candida a divenire punto di riferimento culturale per le sue proposte coraggiose al pari di grandi gallerie d’arte più blasonate e celebrate.

Segui la nostra pagina Facebook!