A distanza di 136 anni dalla nascita, Google ha deciso di dedicare un doodle ad una delle prime scrittrici femministe della storia. Virginia Woolf è stata una delle figure principali della letteratura del XX secolo. La sua importanza storica non si rileva infatti soltanto nelle sue opere, ma anche nel suo attivismo politico per la parità tra i sessi. Infatti si era unita come militante insieme al marito al fabianesimo (nome derivato dalla Fabien Society di Londra), un movimento politico e sociale britannico con l'obiettivo di elevare la classe delle lavoratrici nel controllo dei mezzi di produzione.

Una scrittrice per la parità di genere

Virginia Woolf è nata nel 1882 in un città londinese, dove la parità di genere era ancora un utopia.

In quel momento stavano però cominciando a formarsi nella città britannica le prime idee rivoluzionarie che avrebbero portato le suffragette a combattere per il #diritto di voto anche per le donne. Virginia Woolf è stata una delle prime femministe inglesi che cominciò ad attivarsi dal punto di vista politico e sociale. Per questo motivo decise di unirsi al movimento politico [VIDEO] di ispirazione socialdemocratica, fondato alla fine del XIX secolo e facente capo alla Fabien Society per elevare la condizione delle lavoratrici nelle fabbriche.

Le opere

Virginia Woolf ha riversato tutti i suoi ideali sulla parità dei diritti tra donne e uomini anche nei suoi scritti. Tra le sue opere più famose vi sono Kew Gardens e il romanzo Notte e giorno risalenti al 1919. Ma le opere più significative dal punto di vista dell'attivismo politico sono state scritte da Virginia Woolf circa dieci anni dopo.

Tra queste vi sono La signora Dalloway e Gita al faro che rievocano gli anni in cui le suffragette hanno cominciato la propria protesta per ottenere il diritto di voto anche per le donne. La stessa scrittrice femminista aveva fatto parte di tale movimento che si era diffuso anche a Londra. Altra opere sul versante della parità di genere sono state Una stanza tutta per sé che tratta della discriminazione della donna nella Londra del XX secolo, e Le tre ghinee per sé che invece riguardano una descrizione della figura dispotica dell'uomo nei confronti della donna del XX secolo. Virginia Woolf non è stata solo una saggista e un'attivista politica, ma una donna che ha provato su di sè la parte peggiore dell'animo umano. Nel suo racconto autobiografico Momenti di essere e altri racconti ha raccontato la tragica vicenda in cui lei e la sorella Vanessa subirono violenze sessuali dai fratellastri George e Gerald Duckworth. #femminismo #Google