Nel 2017 i numeri di Guè Pequeno sono stati a dir poco impressionanti, il rapper milanese ha riscosso un successo senza precedenti con il suo ultimo album 'Gentleman', conquistando complessivamente ben 31 certificazioni – alcune per il nuovo album, altre relative a vecchi lavori – ufficiali della FIMI (Federazione Indusria Musicale Italiana).

Tutti vogliono il Guercio

Secondo molti osservatori ed appassionati di rap italiano il rapper milanese è stato l'uomo simbolo del 2017, anno durante il quale è riuscito a consolidare ancora di più il suo ruolo di leader e figura di riferimento all'interno dell'ormai vastissimo panorama hip hop italiano.

E' anche per questo che tantissimi rapper dello stivale vorrebbero collaborare dal punto di vista musicale con il Golden Boy; purtroppo per loro, nella maggior parte dei casi il featuring con Gué Pequeno rimarrà ovviamente un sogno mai realizzato.

Qualche anno fa però, quando il membro della Dogo Gang era già abbastanza conosciuto ma ancora molto lontano dai fasti e dal livello di popolarità attuale, ottenere una sua collaborazione era un'impresa tutt'altro che impossibile.

Featuring e beat in vendita nel 2009

Stando a quanto raccontato da Jamil in una recente intervista rilasciata ai microfoni di Hip Hop Tv, nel 2009 il prezzo di una collaborazione di Guè Pequeno per una strofa singola non era superiore a quattrocento euro. Il rapper veronese classe 1991 ha infatti affermato di aver sborsato proprio quella cifra per acquistare il featuring di quello che all'epoca era già uno dei rapper più influenti d'Italia.

Il brano realizzato con la collaborazione del Guercio si intitolava 'Red Carpet', ed è tutt'ora disponibile su YouTube.

L'autore di 'Black Book' ha anche parlato – seppur in maniera meno dettagliata – del costo dei beat di Don Joe, sempre nel 2009. Queste le parole del figlioccio artistico di Vacca rilasciate durante l'intervista con Max Brigante:

'All'epoca noi facevamo le cose in strada, ci facevamo i soldi da soli [..] e così ci siamo potuti comprare un sacco di featuring di rapper famosi: c'era anche Guè Pequeno [VIDEO] [VIDEO] in quell' album. Lo avevamo pagato quattrocento euro per una strofa, ora magari la va a pagare seimila. Noi compravamo un beat di Don Joe anche a mille euro, non ci importava'.

Jamil ha parlato della collaborazione 'acquistata' da Guè Pequeno anche nel brano 'Dal tuo calice', queste le sue parole: 'Ho finanziato un disco solo: Green street / Con i soldi del fumo [VIDEO] mi son comprato Gue P / Mi viene male soltanto se ci penso / Ma almeno ho speso meno del disco di Surfa ed Exo'