La lavanda, il cui nome scientifico è "Lavandula angustifolia", è una pianta sempreverde molto diffusa tra la vegetazione che cresce nel territorio del Mar Mediterraneo. Si tratta di una pianta dalla fioritura che avviene a cominciare da tarda primavera fino alla conclusione della stagione estiva quando si raccolgono i fiori e anche le foglie: è una pianta molto particolare perché ha molti fiorellini viola che crescono raggruppati su steli e si contraddistingue anche per il suo tipico profumo davvero incantevole.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Salute

Principali utilizzi e benefici

La pianta della lavanda ha cominciato a essere utilizzata già dai tempi antichi e precisamente dai tempi dell'antica Roma: infatti, il nome della pianta lavanda deriva dal latino lavandus che è una parola la quale significa "che pulisce" proprio perché risale a quando i fiori freschi di lavanda hanno cominciato a essere utilizzati come infuso nell'acqua per lavarsi e per profumare le acque termali.

Inoltre, i fiori di lavanda erano utili per fabbricare profumi e tisane proprio come ai tempi attuali, quando i fiori di lavanda sono impiegati anche per riempire i caratteristici sacchettini che servono per profumare gli armadi e i cassetti, ma pure come rimedio contro le tarme.

La lavanda è una pianta molto conosciuta grazie ai suoi molteplici utilizzi possibili in molti settori come in profumeria, in erboristeria e anche in fitoterapia. Infatti, la lavanda è una pianta con molti benefici per la Salute soprattutto in virtù dei suoi numerosi effetti calmanti di notevole apporto per il Benessere del sistema nervoso proprio grazie alla sua azione distensiva molto utile contro stress e insonnia. Questa pianta ha anche effetti lenitivi per la pelle, è un notevole decongestionante e ha anche un'azione disinfettante.

Altri utilizzi di questa pianta

Da questo vegetale è possibile estrarre un olio essenziale molto utilizzato in erboristeria per la preparazione di unguenti molto profumati e, per questo, l'olio di lavanda è tra i più rinomati oli essenziali. [VIDEO]Inoltre, l'olio essenziale di lavanda ha proprietà benefiche che sono considerate rilassanti per eccellenza e per questo la lavanda è classificata tra le prime dieci erbe più utili per favorire il sonno.Tra le sostanze che è possibile estrarre da questa pianta è facile trovare anche il caratteristico miele di lavanda, che deve essere degustato al naturale, senza essere sottoposto a cottura, e il quale viene di solito assaggiato assieme alla frutta e al formaggio dal gusto intenso. Una possibilità di conservazione di questa pianta avviene grazie al metodo di essiccazione dei fiori e delle foglie. Certamente è possibile pure piantare la lavanda comodamente in vaso consentendone l'utilizzo anche come pianta ornamentale.