Evan Osnos, il giornalista del New Yorker, dopo una giornata dura di lavoro, aveva deciso di rilassarsi e di trascorrere una serata " tranquilla", e per questo aveva concesso a suo figlio di soli tre anni, di giocare con il suo Ipad.

Il bambino, però, alla visione della schermata di blocco, ha iniziato a digitare una combinazione infinita, casuale, di numeri, che ha bloccato il dispositivo Apple, per 25.536.442 minuti, ed ovvero per oltre quarantotto anni.

A raccontare quanto accaduto è stato il papà del bimbo

Il giornalista ha raccontato la divertente vicenda sul suo Twitter personale: un episodio diventato subito virale e che ha destato non poco scalpore.

L'uomo ha infatti postato la foto della schermata dell'iPad, bloccato fino all'incredibile data del 2067, chiedendo aiuto su come potesse (ri)attivarlo. Il giornalista, infatti, aveva scritto che non era una " fake news", ma che era tutto vero e che suo figlio era stato capace di rendere inutilizzabile l'Ipad per diverso tempo. Il suo tweet, diventato subito virale, ha divertito molto i suoi followers e colleghi , che subito lo hanno aiutato al ripristino: diversi sono stati i pareri che gli sono stati impartiti.

Alcuni gli hanno suggerito di installare nuovamente il software dell'iPad per ripristinare informazioni e dati attraverso un backup; altre persone, al contrario, gli hanno consigliato di acquistare un dispositivo nuovo. Tra i suoi followers, invece, c'è chi ha proposto ad Evan Osnos, di regalare questo dispositivo Apple, che per allora si sarà sbloccato, in occasione del raggiungimento dei cinquantuno anni del bambino.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità

Il giornalista è riuscito a recuperare l'Ipad

Dopo diverse ore, Evan Osnos, ha deciso di seguire i suggerimenti avuti e di provare a recuperare il suo Ipad ripristinandolo, recuperando tutti i suoi contatti e le informazioni tramite il backup effettuato nei mesi precedenti. Il giornalista, compiendo esattamente questa procedura, avrebbe, qualche ora dopo, annunciato di aver recuperato l’utilizzo del suo Ipad, proprio grazie la modalità DFU.

Come per ogni dispositivo Apple, anche per l'Ipad del giornalista, era previsto un blocco alto per il suo dispositivo: tante volte più si tenta di " sbloccarlo", più esso si inceppa.

Dopo il ripristino del suo dispositivo elettronico, il giornalista ha sicuramente compreso come sia importante che i bambini vengano supervisionati da un adulto durante l'utilizzo dei vari dispositivi elettronici, sempre più in uso nella nostra società. E' infatti importantissimo, oggi più che mai ,che i bambini vengano controllati perchè sul web circolano diverse pagine e informazioni pericolose.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto