“Mi può mettere un po’ di parmigiano grattugiato sul pesce?”.”No”. Questa divertente richiesta “horror” è stata fatta in un noto ristorante italiano a Londra: il Maximo Italian Bistrot. A porre questa bizzarra proposta è stato un turista di nome Zwelithini, quando si è recato in questo noto bistrot, avendo la voglia di gustare un ottimo piatto italiano: i ravioli ripieni di granchio. Una volta giunta al tavolo la sua portata, convinto che al piatto mancasse un ingrediente, ha richiesto al cameriere di portare un pochino di parmigiano grattugiato, in modo così da “insaporire” (a detta sua) i ravioli.

Peró il proprietario del ristorante, Massimo Donato, ascoltata la richiesta assurda del suo cliente, si è rifiutato di accontentarlo. Il cliente, infastidito ed insoddisfatto, ha deciso di terminare il suo piatto, di pagare il conto e di scrivere una recensione negativa sul bistrot su TripAdvaisor. Una volta letta, il proprietario ha deciso di rispondere per le rime al cliente dopo il trattamento ricevuto.

La recensione non è passata inosservata

L’accaduto, avvenuto nell’ottobre scorso ha destato ieri grande clamore sui social network, scatenando non poche polemiche sui tabloit londinesi. Il battibecco tra il titolare del "Maximo Italian Bistrot", il sardo Massimo Donato ed il cliente del suo locale è diventato subito virale. Il proprietario del Maximo Italian Bistrot, una volta letta una delle pochissime recensioni negative al suo ristorante, ha deciso di rispondere immediatamente in maniera calorosa e divertente “educando” e fornendo al britannico alcune regole fondamentali ed imprescindibili sulla cucina italiana.

Un decalogo dei cibi da non richiedere mai nei ristoranti italiani: è stata questa la forte risposta del sardo Massimo.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Curiosità

‘Dovresti ringraziarmi per non averti fatto rovinare il piatto’

Inizia così la lunga risposta di Massimo Donato alla recensione negativa del suo cliente: ”La tua è stata una richiesta sciocca. Ora ti spiego le regole fondamentali della cucina italiana che non conosci”. Per il proprietario del bistrot bisogna rispettare delle regole semplici ed ovvero: mai chiedere ananas sulla pizza, non mettere mai la panna nella carbonara, il pollo nel sugo all'arrabbiata e soprattutto, per ultimo, ma non meno importante, mai, chiedere formaggi su un piatto di pesce.

Alla fine, Donato continua a rispondere che ci sono tanti “falsi ristoranti italiani” dove è possibile mangiare ed assaporare queste pietanze assurde o meglio, come riferito da Massimo, questo “abominio.” Lo scambio di risposte ha innescato una guerra social tra chi è a favore di Donato e chi invece chiede il rispetto per chi paga per cenare nel suo locale. Sarà anche in questo caso vero il detto che il “cliente ha sempre ragione?”.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto