6 cose che non si potranno ancora fare dopo il 3 giugno: no agli assembramenti

Coronavirus: 6 cose che non potremo ancora fare dopo il 3 giugno.
Coronavirus: 6 cose che non potremo ancora fare dopo il 3 giugno.

Non si potranno ancora avere contatti ravvicinati con persone non conviventi, vietati baci e abbracci

Non perdere le ultime news
Clicca sull’argomento che ti interessa per seguirlo. Ti terremo aggiornato con le news da non perdere.
Clicca qui e guarda il video
Puglia: dal 1° luglio nella regione il trasporto pubblico torna regolare

A partire dal 3 giugno in Italia ci saranno meno restrizioni e sarà possibile godere di maggiore libertà. Spariranno, infatti, alcuni divieti imposti nella fase 1 della pandemia da nuovo coronavirus come lo spostamento tra regioni solo tramite autocertificazione ma rimarranno comunque alcune imposizioni fondamentali per evitare che il contagio si propaghi.

1

Non si potrà uscire senza mascherina

La mascherina dovrà essere sempre usata nei luoghi chiusi accessibili al pubblico (per esempio un supermercato o un centro commerciale). Dispositivi di protezione obbligatori anche sui mezzi pubblici.

2

Niente effusioni

Continuerà ad essere vietata qualsiasi forma di affetto o saluto fisico come i baci, gli abbracci o le strette di mano perché sarà necessario, anche in questa fase, mantenere la distanza di sicurezza di un metro. Queste restrizioni valgono solo per chi non è convivente ed anche i congiunti non conviventi dovranno rimanere distanziati (per esempio nessun abbraccio per un nipote che va a trovare la nonna che abita in un'altra casa).

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!