Con la circolare numero 29 del 2014, l'Inps ha reso noto gli importi mensili dell'assegno familiare e dell'assegno di maternità per l'anno 2014. Nel dettaglio, l'assegno familiare avrà un importo mensile di 141,02 euro, mentre per l'assegno di maternità l'importo è fissato in 338,21 euro per cinque mensilità.

Su base annua, quindi calcolando per tredici mensilità, l'importo dell'assegno familiare è di 1.833,26 euro, mentre per l'assegno di maternità sono previste cinque mensilità per un totale di 1.691,05 euro (338,21 euro per ciascuna mensilità).

L'aggiornamento degli importi ha avuto un aumento dell'1,1% in base alla rivalutazione annuale.

Assegno familiare: a chi spetta?

In base alla Legge Finanziaria del 1999 che ha istituito i due compensi, l'assegno familiare spetta ai nuclei italiani e comunitari che ne facciano richiesta al Comune di residenza e che soddisfino due requisiti:

1) nel nucleo famigliare devono essere presenti almeno tre figli minori;

2) il valore dell'Ise, ovvero dell'indicatore della situazione economica del nucleo familiare, non deve superare, per l'anno 2014, la soglia dei 25.384,91 euro.

Per poter ottenere l'intero importo annuale è necessario, inoltre, che il valore Ise non superi l'importo pari alla differenza dell'Ise previsto per la prestazione e la misura dell'assegno su base annuale: quindi l'Ise non dovrà essere maggiore della differenza tra il limite Ise di 25.384,91 e l'importo annuo di 1.833,26 che corrisponde a 23.551,65 euro.

I migliori video del giorno

Assegno di maternità: a chi spetta?

L'assegno di maternità invece spetta alle donne, cittadine italiane, facenti parte della Comunità europea o comunque con carta di soggiorno per le nascite, gli affidamenti preadottivi e le adozioni senza affidamento.

Il sussidio si richiede al Comune di residenza entro sei mesi dall'evento (nascita, affidamento o adozione) e viene percepita in misura integrale se la donna che la richiede non percepisce altre indennità di maternità obbligatoria, condizione per la quale si potrebbe arrivare a percepire solo la quota differenziale.

L'Ise per poter ottenere l'assegno di maternità non dovrà superare il limite di 35.256,84 euro.