Domani sarà un giorno cruciale perBanca Carige. Il gruppo deve presentare il piano dirafforzamento patrimoniale resosi necessario dopo l'esito deglistress test della Bce. I successivi nove mesi dovranno essereimpiegati per portarlo a termine. L'ammontare del debito da ripianareè di 814 milioni per il quale l'ipotesi più probabile restal'aumento di capitale. In merito a questa problematica interviene ilnumero uno della banca che ha in mano il 9,9% delle azioni di BancaCarige, ossia François Perol di Bpce, negando che esistanodecisioni. Secondo alcune indiscrezioni della stampa accreditata sipotrebbero verificare nuovi ingressi nelle figure di Bonomi eMalacalza.

La posizione della Fondazione Carige

Entrando nello specifico si registra laposizione essenzialmente favorevole da parte della Fondazione Carigecirca l'aumento di capitale. L'unica cosa è che non si hannonotizie di possibili contatti tra questa ed eventuali investitori; leindiscrezioni che vorrebbero gli ingressi di Davide Serra, CEO diAlgebris Investments e Andrea Bonomi non vengono dunque confermate.Il Presidente di Carige Cesare Castelbarco conferma le posizionidella Fondazione per attivare l'aumento necessario.

Le misure al vaglio

L'entità complessiva dell'aumento dicapitale dovrebbe attestarsi intorno ai 600 milioni, ma notizie piùprecise arriveranno solo lo svolgimento del Cda di martedì che dovràrealizzare la lettera da presentare alla Ue sulle modalità dirifinanziamento complessivo.

La lettera passerà al vaglio preventivodella Fondazione che ne ha chiesto esplicitamente la formulazione.Soltanto nella giornata dell'11 novembre sarà possibile dunque averemaggiori informazioni.

Misure alternative

Sono già stati ceduti asset nonstrategici per una somma di 164 milioni, tali per i quali l'aumentodi capitale si limiterà a 650. La circostanza è stata confermataanche dal presidente della Fondazione Paolo Momigliano che confermala volontà di procedere nella valutazione di tutte le opzionipossibili, inoltrando agli azionisti un messaggio rassicurante invista della riapertura della Borsa di domani, dove il titolo èatteso ad una reazione dai minimi storici toccati nella chiusuradella scorsa settimana.

Segui la nostra pagina Facebook!