Qualche giorno fa vi abbiamo detto come viene considerato il servizio delle Poste Italiane all'estero, addirittura alla stregua di Haiti e la Striscia di Gaza. Nonostante un servizio non impeccabile, ma tutto sommato migliorato di molto a partire dalla privatizzazione di fine anni '90, Poste italiane aumenta ancora le tariffe per i propri servizi. Vediamo quali e di quanto aumentano.

Posta prioritaria e raccomandate

Partiamo dalla posta prioritaria.

Pubblicità
Pubblicità

L'aumento vale per tutti gli scaglioni di peso e per tutti i formati. Facciamo qualche esempio: per una busta piccola fino a 20 grammi, l'aumento è di 10 centesimi, da settanta a ottanta. Per la busta "medio standard", per gli altri formati più grandi e per un peso fino a 50 grammi, si arriva a 2,15 euro. Anche per quanto riguarda le raccomandate, gli aumenti riguardano tutti i tipi di peso: per quelle di basso peso l'aumento è di quaranta centesimi, arrivando a quattro euro; per le medie supera di venti centesimi i cinque euro e per le grandi si arriva a cinque euro e cinquanta centesimi.

Pubblicità

Notifiche e atti giudiziari

Aumenti anche per quanto concerne la notifica degli Atti giudiziari, per i quali valgono gli stessi aumenti delle raccomandate. Per tariffe dell'Atto Giudiziario arriva invece una buona notizia, in quanto saranno diminuite in tutti gli scaglioni di peso. Per quanto concerne i pacchi ordinari nazionali, per quelli massimi di dieci chili si arriva fino a nove euro, per quelli fino a venti chili si arriva a dodici euro.

Servizi internazionali

Per la posta prioritaria internazionale pure aumentano i costi per tutti gli scaglioni di peso, per tutte le zone tariffarie di destinazione e per tutti i canali di accettazione.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro

Ad esempio la zona I aumenterà di 10 centesimi, dagli attuali ottantacinque a novantacinque centesimi. Stesso dicasi delle tariffe per le raccomandate internazionali, anche qui facciamo l'esempio base: per un plico di massimo venti gr spedito entro la Zona 1 si passa dagli attuali 4,80 euro a 5,30 euro, dunque un aumento di cinquanta centesimi.

Aumenti in vista anche per il servizio denominato "avviso di ricevimento".

In Italia quasi tutti i servizi passano dagli attuali settanta centesimi a ottanta centesimi. Per l'estero stesso aumento di dieci centesimi: da 0,85 euro a 0,95.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto