Ogni anno tutti i contribuenti, quindi coloro che percepiscono un'entrata tassabile, devono versare le imposte allo Stato. I soggetti non sono tutti uguali davanti all'Agenzia delle Entrate, ovvero possono essere persone fisiche o giuridiche ( le società di capitali). Nel caso che si sta per affrontare, di questi soggetti vengono considerati quelli che hanno dovuto subire maggiormente la crisi economica, e cioè artigiani, piccoli imprenditori, e lavoratori autonomi come i professionisti. Dunque tutti coloro che sono in possesso di partite Iva.

I cambiamenti per chi possiede una partita Iva

Si stratta della semplificazione che dovrà essere approvata con la legge di stabilità per l'anno 2017. Il risultato finale sarà quello di attuare un decreto fiscale in cui per prima cosa si prevede la sostituzione delle imposte che imprese e lavoratori autonomi hanno pagato fino a questo momento. Si tratta della Flat tax, detta anche Iri (Imposta sul reddito dell'imprenditore).

Sarà applicata sugli utili non distribuiti di società di capitali o di persone e avrà un'aliquota unica. In definitiva, le persone fisiche che svolgono un'attività produttiva non dovranno più pagare l'irpef che invece col metodo progressivo comporta più aliquote. Il secondo provvedimento riguarderà l'Irap (l'imposta regionale sulle attività produttive), ovvero ci sarà l'abolizione dell'Irap per gli studi professionali anche se hanno un dipendente, purché il lavoro di quest'ultimo non sia inerente all'attività principale.

Per esempio un operaio delle pulizie. Il principio alla base è che senza un lavoratore dipendente che svolga un compito inerente la professione, ad esempio di uno studio, in un certo senso viene a mancare il requisito dell'organizzazione. Il terzo provvedimento consisterà nell'abolizione degli studi di settore. Questo riguarderà coloro che effettuano la comunicazione telematica di documenti come fatture e scontrini.

In questo modo l'Agenzia delle Entrate ha già le informazioni su un imprenditore senza che questo debba ogni anno comunicare i propri dati, almeno che non ci siano variazioni.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto