Venerdì 25 Novembre sarà, anche in Italia, il Black Friday 2016, vale a dire il primo venerdì successivo alla festa del Ringraziamento e punto di partenza per il frenetico mese degli acquisti natalizi.

Ormai da decenni il Black Friday è un appuntamento fisso per i consumatori americani, che lo attendono per via dei forti sconti sulle merci più desiderate, a partire dai prodotti tech fino all'abbigliamento.

In particolare, tutta la settimana successiva al venerdì nero - così detto per il caos delle code davanti ai centri commerciali e per i negozi presi lettaralmente d'assalto - si caratterizza per promozioni e abbassamenti di prezzo che incoraggiano all'acquisto in funzione dei regali di Natale. l'escalation di consumi ha il suo picco con il Cyber Monday, lunedì successivo al black friday in cui si concentrano lanci di prodotti tecnologici a prezzi irresistibili.

Tutto farebbe pensare a questa usanza come a una manna per la stagione commerciale natalizia, che ha visto in Italia negli ultimi anni decrescere i propri volumi di vendite sulla scia della crisi economica, e che solo nel 2015 ha salutato una seppur ridotta ripresa. Ma la medicina black friday presenta forse alcuni effetti collaterali.

Fatto salvo per una parte del settore dell'abbigliamento, che sembra essersi adeguato molto rapidamente, sarà infatti difficile vedere pubblicizzati gli sconti del venerdì nero sulle vetrine dei negozi nostrani.

In moltissimi non hanno ancora sviluppato l'abitudine all'abbassamento repentino dei prezzi e al loro successivo rialzo nel pieno della stagione natalizia, soprattutto a causa dei risvolti logistici dell'operazione sull'andamento delle piccole attività, che si troveranno a gestire la promozione dell'evento e le relative movimentazioni di magazzino scommettendo, è il caso di dirlo, sulla risposta della clientela.

Il black friday sul web

Sono invece i colossi dell' e-commerce, Amazon in testa, a spingere affinché l'usanza penetri anche nel Vecchio Continente venendo a costituire una stabile abitudine di acquisto. I motivi di questa crociata? Sono presto detti.

Molto meglio degli esercizi commerciali tradizionali, gli online store sono in grado di modulare prezzi e tariffe in modo da sposare la filosofia del black friday, concentrando in uno spazio di tempo limitato un numero di acquisti fuori dal normale.

Sarà proprio sulle piattaforme del commercio online, quindi, che si concentreranno le occasioni migliori, con ribassi di prezzo rispetto ai listini standard di svariati punti percentuali.

Il caso del black friday di Amazon, fra l'altro, promette di dar vita a un nuovo modello di promozione delle merci più desiderate in questo periodo dell'anno, il cui ribasso dei prezzi sembra essere facilitato dal sistema di gestione interna della logistica delle spedizioni che il colosso di Seattle ha predisposto anche in Italia.

In vista di questo che promette di essere il primo vero black friday italiano, non rimane che domandarsi quanto predisposti siamo all'anticipo delle spese natalizie, e a che uso destinare le nostre, sempre più rare, tredicesime.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto