Sicuramente un'iniziativa originale, ma non esente da critiche. Il rapporto tra banche e correntisti non è mai stato idilliaco, sarà dunque difficile spiegare ad esempio per la banca in questione la negazione di un muto a un umano e l'apertura di un conto corrente a una cane o un gatto.

L'iniziativa di Banca di Piacenza

L'istituto bancario che ha deciso di accettare anche correntisti non umani tra i loro clienti è la Banca di PIacenza, ora apripista nel filone d'investimento per gli animali.

Il presidente della banca, Corrado Sforza Fogliani, ha da sempre nutrito un infinito amore per i 4 zampe specialmente per la razza Cocker (come il suo fedele Sun). Dunque ora anche i cani potranno avere il bancomat (o forse baucomat?) per meglio permettere ai loro affezionati padroni di prendersi cura delle loro spese quotidiani. Sui siti di categoria, come lazampa.it, i dettagli del conto corrente sono descritti in dettaglio.

"Un cliente ci ha chiesto di intestare un conto al suo cane perché così poteva accreditarci tutte le somme necessarie al suo mantenimento. Non era ovviamente possibile soddisfarlo nell'immediato, ma poi ci abbiamo pensato e abbiamo studiato come fare; abbiamo notato che anche altri clienti spendevano cifre considerevoli per i loro animali domestici e volevano separare le loro spese da quelle dell'animale" ha dichiarato il presidente Sforza.

Così è nato "Amici Fedeli", il conto per gli animali domestici (cani, gatti, pesci rossi e così via). Si tratta di una finzione giuridica, precisa il presidente, che oltre ad essere un bancario è anche un avvocato. "Il nome dell'animale viene comunque accostato a quello del proprietario. Ma è li nero su bianco" conclude Sforza. Sul sito lazampa.it si legge che il conto prende spunto da un tale Giuseppe Verdi che ha lavorato a Piacenza e aveva un cane maltese di nome Loulou in giardino nel comune di Sant'Agata Verdi.

La lapide del cane è ancora lì, dedicata a "Ad un vero amico", dal quale è nata l'associazione dei proprietari di animali domestici Amici Veri, a cui la banca si è ispirata per dare il nome al progetto.

Il costo del conto

Chissà se questa iniziativa verrà ripresa da altri istituti di credito, Piacenza per ora è un laboratorio che conta più della metà della popolazione con un animale domestico. Il conto Amici Fedeli costa 6 Euro al mese e include diversi servizi, compreso l'home banking.

Finora sono stati già aperti un centinaio di conti.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto