In un momento di grave crisi economica e sociale, il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali accende ancora una volta i riflettori nei confronti dei soggetti meno abbienti o economicamente svantaggiati. Il Ministero con nota prot. n. 4292/2018 introduce una novità relativa al nucleo familiare. In questo articolo saranno approfonditi ed illustrati i nuovi requisiti, le novità e come richiedere e percepire il Reddito di Inclusione o meglio conosciuto come REI.

Reddito di Inclusione: quali le novità?

Il ReI nasce e si sostanzia quale misura e strumento di contrasto della povertà, capace di erogare mensilmente determinate cifre a tutti coloro che risultano in possesso di determinati requisiti [VIDEO] familiari e sociali.

Prima dell'introduzione della modifica da parte del Ministero del Lavoro e delle politiche Sociali il ReI poteva essere richiesto da un nucleo familiare composto almeno da:

  • un minore di diciotto anni;
  • disabile;
  • donna in stato di gravidanza regolarmente accertata con certificato medico rilasciato dall'A.S.L.;
  • disoccupato con età pari o inferiore a cinquantacinque anni.

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con la nota prot. n. 4292/2018 introduce una novità importante: abrogazione dei requisiti familiari previsti dall'articolo 3, comma 2, del decreto legislativo n. 147 del 2017. In molti potrebbero chiedersi con quale decorrenza? Con decorrenza dal primo luglio 2018, tutti i soggetti che non risulteranno in possesso dei requisiti familiari richiesti precedentemente potranno comunque presentare domanda per l'ottenimento delle somme previste dal ReI.

Potranno, quindi, beneficiare del reddito anche coloro che si trovano in uno stato di disoccupazione da almeno tre mesi, in assenza di ammortizzatori sociali.

Cosa non cambia?

Rimangono invariati i requisiti economici. [VIDEO] Essi sono:

  • valore ISEE non superiore ad euro 6.000,00;
  • patrimonio immobiliare non superiore ad euro 20.000,00 (esclusa casa di abitazione);
  • libretti postali, rispormi ecc..non superiori ad euro 10.000,00.

Reddito di Inclusione: come presentare domanda?

Tutti i soggetti interessati in possesso dei requisiti richiesti potranno presentare domanda recandosi in qualsiasi CAF/PATRONATO abilitato, richiedendo presso quest'ultimi anche la relativa attestazione ISEE ritenuta indispensabile ai fini dell'erogazione delle somme previste. Per tutti coloro che hanno già presentato domanda prima della modifica introdotta, si avvierà automaticamente una revisione dei rispettivi criteri.