Ieri, il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini, in una video audizione durante i lavori della Commissione Industria, commercio e turismo al Senato, ha sottolineato con forza lo stato di gravità che sta vivendo il settore del turismo. Il ministro Franceschini, precisando che il settore del turismo si trova in ginocchio, ha affermato che: “Il turismo resterà colpito per un tempo più lungo”. Quindi, considerate le dimensioni della crisi in cui versa il settore, Franceschini ha palesato della necessità di: “Un intervento straordinario”.

Turismo, Franceschini: “È in stra-crisi, ben oltre l’emergenza”

Il ministro Franceschini in video audizione al Senato ha delineato tutta la gravità della situazione per il turismo. In Italia, il settore del turismo rappresenta il 13% del Pil, e questa estate avrebbe potuto dare impiego a oltre 1 milione di lavoratori. Quindi, stante il perdurare dell’emergenza Coronavirus, e tutte le ricadute economiche della pandemia tutt’ora in corso, in un prossimo decreto legge potrebbe essere approntato dal governo un pacchetto di aiuti specifico per il settore. Infatti, proprio su questa linea, il ministro Franceschini ha dichiarato: “Non voglio anticipare le misure di cui stiamo discutendo in queste ore, perché le misure sono certe quando diventano norme”.

Inoltre, ha spiegato che il governo sta valutando tutte le modalità con cui sarà possibile andare in vacanza in Italia quest’estate. Tra l'altro, in queste ore anche il Comitato tecnico-scientifico sta elaborando prescrizioni per la sicurezza per teatri, cinema, musei ed eventi.

Infine, Dario Franceschini, in riferimento alla riapertura in sicurezza di alberghi, stabilimenti balneari e spiagge, ha affermato che le indicazioni da parte del governo arriveranno molto presto.

Sarà possibile andare in vacanza in Italia, ma saranno vacanze diverse

Il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, durante la video audizione al Senato, ha fornito anche alcuni chiarimenti sul cosiddetto bonus vacanze:” si tratta in realtà di un tax credit rivolto a tutte le famiglie sotto una soglia di reddito basso”.

La definizione del bonus vacanze, pertanto, avverrà sulla base dell’Isee e della composizione del nucleo familiare. Inoltre, il bonus dovrà essere speso, in tutte le strutture ricettive, entro il 2020.

Emergenza Coronavirus, il governo sta lavorando per tutelare gli stagionali del settore turismo

Il ministro Franceschini ha confermato che il governo sta lavorando per tutelare gli stagionali del settore turismo. Inoltre, ha anche precisato che sono al vaglio ipotesi per estendere il credito d’imposta o per agevolazioni sui canoni di locazione per tutte le aziende del settore.

Le richieste degli addetti ai lavori del settore turismo

In una recente dichiarazione, il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, ha formulato le sue richieste per il settore: cancellazione o rinvio delle imposte e un contributo a fondo perduto.

Mentre il presidente di Confturismo-Confcommercio, Luca Patanè, ha alzato il livello dell’attenzione sul settore, chiedendo di interrompere l’emanazione di provvedimenti a macchia di leopardo poiché: “Il turismo si fa su scala nazionale ed internazionale”. Infine, Vittorio Messina (Assoturismo Confesercenti) ha lanciato l’allarme verso la possibilità che speculatori esteri possano rilevare a prezzi stracciati le migliori strutture, cogliendo al balzo le difficoltà degli imprenditori italiani.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!