Coronavirus - Covid-19

Segui il canale Coronavirus - Covid-19 e ricevi tutti gli aggiornamenti sull’emergenza. Notizie in tempo reale dalla redazione di Blasting News e dai canali ufficiali del Ministero della Salute e della Protezione Civile.

I reporter di Blasting News lavorano ogni giorno per fornirti una guida su tutto quello che devi sapere sull’emergenza Coronavirus: gli ultimi aggiornamenti sull’evoluzione della pandemia in Italia e nel mondo, l’impatto che sta avendo su tutti gli ambiti della nostra vita e le raccomandazioni su come prepararsi e proteggersi efficacemente. Blasting News pubblica solo notizie accuratamente verificate.

1.Che cosa è (e come si trasmette) il Covid-19?

La malattia provocata dal coronavirus è denominata Covid-19 e a partire dall’11 marzo 2020 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato lo stato di “pandemia” che continua da più di un anno e mezzo.

La trasmissione dei coronavirus tra esseri umani avviene attraverso il contatto stretto con un'altra persona portatrice del virus. I vettori della trasmissione tra umani possono essere la saliva (anche tossendo o starnutendo), mani contaminate che entrano in contatto con naso o bocca e più in generale i contatti diretti personali.

Grazie alla massiccia campagna vaccinale, nel mondo sono iniziate le prime riaperture. In Italia ristoranti, scuole, cinema e teatri sono riusciti a accogliere nuovamente clienti e studenti. Le scuole, ad esempio, hanno riaperto con nuove regole anti covid che prevedono il test T0 e la quarantena per tutta la classe con tre positivi.

Torna su

2.Qual è l'origine del Covid-19?

L'intelligence Usa e decine di esperti internazionali sostengono che difficilmente sapremo con certezza l'origine del Covid-19 anche se è da escludere in modo categorico sia che il virus è modificato dall'uomo (si tratta di un virus naturale), sia che è stato "liberato" in modo consapevole così come le varianti sono state programmate: in entrambi i casi si tratta di teorie del complotto non verificate. Ci sono due ipotesi per il virus emerso per la prima volta nell'autunno del 2019 nella città cinese di Wuhan:

  • Il passaggio da un animale a un uomo, che è poi l'ipotesi più accreditata nella comunità scientifica;
  • l'accidentale fuoriuscita del virus da un laboratorio (proprio a Wuhan si trova il Wuhan Institute of Virology).

Nel novembre del 2021 il virologo di fama internazionale Michael Worobey ha affermato che ha nuove evidenze per sostenere che il virus sia emerso in modo naturale attraverso un salto di specie all'interno del mercato di Wuhan.

Torna su

3.Che cosa sono i coronavirus?

I coronavirus (CoV) sono una vasta famiglia di virus che possono causare malattie che vanno dai comuni raffreddori fino a infezioni più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS - Middle East Respiratory Syndrome) o la sindrome respiratoria acuta grave (SARS - Severe Acute Respiratory Syndrome).

Il COVID-19 fa parte di un nuovo ceppo mai identificato in precedenza apparso a fine 2019 nella città cinese di Wuhan dove dopo un anno sono cadute le misure restrittive.

Torna su

4.Quali e quante sono le ondate di Coronavirus?

In questo momento la pandemia da Coronavirus, che ha causato fino ad ora oltre 248 milioni di contagi e causato la morte di oltre 5 milioni di persone in tutto il mondo (OMS), è alla quarta ondata. Secondo quanto riferito dal direttore dell'OMS Hans Kluge l'Europa rischia un altro mezzo milione di morti da Covid entro febbraio.

Dall'insorgere della malattia ad oggi in Italia si segnalano altre tre ondate.

  • Terza ondata: di solito si fa riferimento a febbraio 2021 per indicare l'inizio della terza ondata in Italia, la cui fine si data ad aprile 2021 quando iniziano a calare contagi e decessi, il 26 di quel mese ci sono state le prime riaperture. In questo lasso di tempo ci sono stati circa 1.185.716 i contagi e 24.426 i morti.
  • Seconda ondata: di solito si fa riferimento alla fine di settembre 2020 per indicare l'inizio della seconda ondata in Italia, la cui fine si data intorno a dicembre 2020 - gennaio 2021. Nel corso della seconda ondata ci sono stati circa 1.822.841 contagiati e 41.817 i decessi.
  • Prima ondata: Per la prima ondata si intende il periodo che va da febbraio a giugno 2020. In questo lasso di tempo ci sono stati circa 236.134 contagiati e 34.167 i morti.

Dati tratti dal "Focus Instant Report Covid-19" dell'Alta Scuola di Economia e Management dei Sistemi sanitari dell'Università Cattolica di confronto sistematico della diffusione del Sars-COV-2.

Torna su

5.Come funzionano i vaccini anti-Covid?

I vaccini sviluppati contro il Covid non contengono un antigene, ma "istruzioni" che indicano alle cellule dell’organismo come produrre un antigene identico a una particella di virus reale. Queste istruzioni possono essere:

  • mRNA in un vaccino a mRNA;
  • un virus modificato e innocuo in un vaccino a vettore virale.

Quando a una persona viene somministrato un vaccino a mRNA o un vaccino a vettore virale, alcune delle sue cellule «leggono» le istruzioni. Queste cellule producono quindi l’antigene per un breve periodo, prima di degradare l’mRNA o il virus innocuo. Il sistema immunitario della persona riconosce quindi l’antigene come «estraneo», attivando le cellule immunitarie e producendo anticorpi. Alcuni vaccini contro il COVID-19 agiscono usando un mRNA o un virus modificato. Tra i vaccini contro la COVID-19 autorizzati nell’UE dal marzo 2021, BioNTech/Pfizer Comirnaty e Moderna sono vaccini a mRNA, mentre i vaccini Janssen e Vaxzevria (in precedenza COVID-19 Vaccine AstraZeneca) e sono vaccini a vettore virale.

Torna su

6.Quali sono e quanto sono efficaci i vaccini?

Dall'inizio della pandemia in italia sono oltre 45 milioni le persone con vaccinazione completa (76,2%). Il 78,9% della popolazione ha ricevuto almeno una dose per un totale di oltre 90 milioni di dosi somministrate. In Italia dal 20 settembre sono iniziate le somminitrazioni delle terza dose.

Secondo quanto riferito dall'Istituto superiore di Sanità il 99% delle persone decedute da febbraio a luglio 2021 non avevano completato il ciclo vaccinale. Mentre è giusto segnalare che nel restante 1% si è alzata l'età media dei decessi (89 anni) e le patologie pregresse (almeno 5).

I vaccini autorizzati in italia sono quattro.

  • Vaccino Comirnaty di Pfizer-BioNtech
  • Vaccino Spikevax (Moderna)
  • Vaccino Vaxzevria di AstraZeneca
  • Vaccino Janssen (Johnson & Johnson)

Mentre per la terza dose o dose booster vengono utilizzati solo Comirnaty, Janssen e Spikevax.

Dal 4 aprile al 27 ottobre 2021, spiega il Ministero della salute, è diminuita l'efficacia dei vaccini nel prevenire "diagnosi sintomatica o asintomatica di COVID-19 nelle persone completamente vaccinate" dal 89% al 76%. Rimane comunque molto "elevata l'efficacia vaccinale nel prevenire l'ospedalizzazione (92%), il ricovero in terapia intensiva (95%) o il decesso (91%) nella fase epidemica con variante delta prevalente".

Torna su

7.Quali sono e quando saranno disponibili le cure anti Covid-19?

Partendo dal presupposto che la vaccinazione, così come ogni forma di prevenzione, è sempre la migliore tra le cure disponibili, in fase di sviluppo ci sono le cure di Pfizer e Merck.

  • Le autorità inglesi hanno approvato un nuovo farmaco antivirale contro il Covid dal nome Molnupiravir. Si tratta di una pillola che - secondo Merck & Co, azienda produttrice - dovrebbe ridurre del 50% il rischio di ospedalizzazione e morte per i pazienti adulti. Non si sa quando il farmaco arriverà in Italia ma è certo che "Aifa si è già attivata per acquisire una quantità adeguata del farmaco antivirale orale per il Covid-19 Molnupiravir", come detto da Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della Sanità e membro del CTS.
  • L'altra novità riguarda Pfizer che ha dichiarato di star sviluppando una pillola sperimentale (Paxlovid) per le cure contro il Covid-19 che dovrebbe ridurre dell'89% il rischio di ospedalizzazione o morte nei soggetti malati.

Entrambi i farmaci sono considerati particolarmente efficaci soprattutto nelle persone con fattori di rischio maggiori (siano over 60, affetti da patologie cardieca o obesità). Bisogna comunque ricordare che i vaccini hanno un efficacia superiore e un costo ridotto rispetto ai farmaci.

Torna su

8.Quali sono le varianti del virus Sars-Cov-2?

Secondo quanto riportato dall'Ema: i vaccini Pfizer, Moderna e J&J sono "sicuri anche sulle varianti".

  • Variante Alfa identificata per la prima volta nel Regno Unito. La maggiore trasmissibilità di questa variante si traduce in un maggior numero di infezioni, determinando, così, anche un aumento del numero di casi gravi.
  • Variante Beta identificata in Sud Africa. Dati preliminari indicano che, nonostante non sembri caratterizzata da una maggiore trasmissibilità, questa variante potrebbe indurre un parziale effetto di "immune escape" nei confronti di alcuni anticorpi monoclonali.
  • Variante Gamma (Variante P.1) con origine in Brasile. Gli studi hanno dimostrato una potenziale maggiore trasmissibilità e un possibile rischio di reinfezione. Non sono disponibili evidenze sulla maggiore gravità della malattia.
  • Variante Delta rilevata per la prima volta in India. Anche questa variante è caratterizzata da una maggiore trasmissibilità. A partire dall'aprile 2021 nel Regno Unito è stata osservata una sottovariante Delta Plus, strettamente monitorata per capire se sintrasmette più velocemente e porta a casi più gravi.
  • Variante Omicron, rilevata per la prima volta in Sud Africa il 24 novembre del 2021. Si tratta di una variante con un alto numero di mutazioni: è notevolmente più contagiosa delle prime varianti del virus, ma ha sintomi meno aggressivi.
Torna su

9.Quali sono le fake news sul Covid-19 e sui vaccini?

Con la pandemia si sono moltiplicate le bufale e le fake news sul Covid-19 e sui vaccini. In tutto il mondo ogni giorno vengono condivise sui social numerose informazioni fuorvianti o mistificate riguardo la pandemia. Si va dal millantare presunte controindicazioni nei vaccini fino alle esternazioni su possibili costrizioni della vaccinazione stessa. Alcuni complottisti poi provano a dimostrare una presunta inefficacia vaccinale, oppure parlano di pandemia programmata o figlia di una qualche cospirazione. Per rimanere informato leggi il canale di Blasting sulle fake news.

Torna su

10.Che cos'è il Green Pass?

Il "certificato COVID-19" europeo, altrimenti detto Green Pass, è entrato in vigore dal 1° luglio 2021. A partire dal 15 ottobre il Green Pass diventa obbligatorio per tutti i lavori pubblici, privati ed autonomi. Il documento serve a dimostrare che il possessore sia vaccinato, guarito dalla malattia o negativo al virus grazie al risultato del tampone molecolare o antigenico che permette di avere il Green Pass per 72 ore. Il certificato viene rilasciato dalla piattaforma gestita dal ministero della Salute che recepisce automaticamente i dati su vaccini, tamponi e certificati inerenti l'avvenuta guarigione. Il certificato, oltre che dal sito tramite lo SPID, può essere scaricato anche dalle app Immuni e IO.

Torna su

11.Lo stato d'emergenza per la pandemia è in vigore?

No. Dal 1° aprile è decaduto lo stato di emergenza, iniziato due anni fa per far fronte alla pandemia di Covid-19. Con il passaggio a questa nuova fase cambiano anche diverse regole in materia di lavoro, scuola, Green Pass, mascherine e quarantene.Non serve più avere il Super Green Pass per sedersi ai tavoli esterni di bar e ristoranti e per utilizzare i mezzi pubblici locali o regionali. Su aerei, treni e navi basta il Green Pass base, così come per accedere ai ristoranti al chiuso. Per entrare negli uffici pubblici, così come nei negozi, non è più richiesta l'esibizione del certificato.

Torna su

12.La mascherina è obbligatoria in Italia?

La mascherina Ffp2 resterà obbligatoria fino al 15 giugno a bordo di tutti i mezzi di trasporto pubblico locale e a lunga percorrenza (treni, aerei, metropolitane, tram, bus ecc) e andrà indossata per gli spettacoli e gli eventi sportivi al chiuso. Resta dunque l'obbligo anche in cinema, teatri, sale da concerto e palazzetti dello sport. Prorogato fino al 15 giugno anche l’obbligo di mascherina al chiuso per i visitatori delle strutture sanitarie e socio-sanitarie, dagli ospedali alle residenze sanitarie, dagli hospice alle strutture riabilitative. Non si prevedono misure per negozi, supermercati, ristoranti, bar, stadi e spettacoli all’aperto. Significa che qui la mascherina si potrà togliere, anche se nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, al chiuso, resta la raccomandazione ad utilizzarla. In classe, invece, la mascherina resta obbligatoria fino alla fine dell’anno scolastico.

Torna su

13.Quali sono i sintomi del coronavirus?

I sintomi più comuni registrati in persone affette da coronavirus sono i normali sintomi influenzali: febbre sopra i 37,5 gradi, tosse e difficoltà respiratorie (dispnea) sono in generale i sintomi iniziali più comuni. Nella maggior parte dei casi sintomatici si è registrata anche la scomparsa - o l'alterazione - del gusto e dell'olfatto. Nei casi più gravi, l'infezione può causare polmoniti e serie difficoltà respiratorie, tali da richiedere l’intubazione del paziente e la respirazione assistita. Si è anche osservato che nei pazienti guariti c'è il rischio di avere problemi ai polmoni per sei mesi, insieme ad altre malattie e disfunzioni che vanno sotto il nome di long covid.

Resta informato sulle ultime notizie mediche seguendo il nostro canale sulla salute.

Torna su

14.Quali sono le precauzioni per ridurre il contagio?

Le precauzioni da adottare per difendersi dal coronavirus suggerite dall'OMS includono:

  • Lavarsi frequentemente le mani. Il lavaggio accurato delle mani con acqua e sapone o con disinfettanti a base alcolica è in grado di eliminare il virus.
  • Coprirsi naso e bocca quando si tossisce o starnutisce. L'OMS suggerisce di coprirsi con il gomito, dal momento che è più difficile che questo entri in contatto con altri oggetti, oppure con un fazzoletto di carta, da gettare immediatamente dopo.
  • Evitare contatti ravvicinati con altre persone, in particolare quelle che presentano sintomi come tosse o raffreddore.
  • Evitare di toccare con le mani superfici esposte al contatto di molte persone.
Torna su

Chi segue il Canale Coronavirus - Covid-19?

Marina Gasparini Maria Rossi Tanya Georgieva Giuseppe Fava Carmelina Speranza Federico Ferraro Daniela Felici
author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Isabella Di Natale

author-avatar

Francesca Refano

author-avatar

Fabiana Donato

author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Paolo Metelli

author-avatar

Alessandro Baldari

author-avatar

Giuseppina Maria Rosaria Sgrò

author-avatar

Michele Caltagirone

author-avatar

Meri Nigro

author-avatar

Michele Caltagirone

author-avatar

Simona Laboccetta

author-avatar

Alice Turiani

author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Paolo Metelli

author-avatar

Bianca Nocentini

author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Mariagrazia Bennardo

author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Matteo Tuveri

author-avatar

Paolo Metelli

author-avatar

bluesky

author-avatar

Bianca Nocentini

author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Giusi Angileri

author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Isabella Di Natale

author-avatar

Serena Granato

author-avatar

Isabella Di Natale

author-avatar

Isabella Di Natale

author-avatar

Bruno Fuschini

author-avatar

Matteo Tuveri

author-avatar

Paola Caiazzo

author-avatar

Francesca Deledda

author-avatar

Isabella Di Natale

Questo Canale è curato dal nostro esperto
splnews
Contributor
Giornalista nato sul Gargano, cresciuto nel Tavoliere delle Puglie. Laureato in Storia a Pisa con Erasmus a Valencia e in Giornalismo a Parma con Erasmus a Siviglia, Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” a Torino. Passato da La Stampa, Agencia EFE, TPI e Il Sole 24 Ore.
Suggerisci una correzione