Tra le varie categorie di #Titoli di Stato su cui poter investire il proprio denaro, oltre ai Buoni del Tesoro Poliennali troviamo anche i CTz, ossia i certificati del tesoro zero coupon. Investire in CTz significa ottenere un guadagno legato allo scarto di emissione di titoli a durata biennale. Ecco una guida completa per investire in CTz, con le caratteristiche di questi titoli nonché vantaggi, svantaggi, rendimento e guadagno.

Investire in CTz: cosa sono e caratteristiche

Cosa sono i CTz? Come detto i certificati del tesoro zero coupon bond sono titoli di stato con scadenza a 24 mesi. La loro peculiarità è quella di essere privi di cedola: per questo motivo il guadagno e il rendimento deriva dalla differenza tra il valore nominale e il prezzo di emissione.

In poche parole, il rendimento è completamente determinato dallo scarto di emissione. I titoli CTz possono essere interessati da aperture d'asta che possono andare a modificare al ribasso la loro durata originaria.

I CTz sono quotati sul mercato MOT come alcune categorie di BTp e possono essere acquistati per un importo minimo di 1000 euro o multipli di questa cifra. L'asta dei titoli CTz si effettua una volta ogni 30 giorni e le spese di collocamento dopo la sottoscrizione sono pari allo 0,15% del capitale investito. Il rimborso dei titoli CTz avviene in un'unica tranche e alla pari.

Investire in CTz: rendimento e guadagno

Essendo titoli "zero coupon", ossia senza cedola, hanno un guadagno che è relativamente facile da calcolare e piuttosto certo. Pertanto, per cercare di massimizzare il rendimento e il guadagno dell'investire in titoli CTz è bene investire quando i tassi di mercato sono decrescenti oppure quando si prevede un andamento decrescente dell'inflazione.

I migliori video del giorno

In caso contrario i titoli CTz non riuscirebbero a fronteggiare il rischio monetario.

Investire in CTz: vantaggi e svantaggi

I principali vantaggi dell'investire in titoli CTz sono legati al mancato reinvestimento periodico. Non dovendo attuare questo procedimento i CTz non devono far fronte al rischio di reinvestimento. Inoltre l'acquisto dei titoli CTz avviene ad un prezzo inferiore rispetto al valore recuperato con il rimborso e, pertanto, se non si disinveste prima della scadenza, il rendimento è certo.

Il rendimento è garantito, ma uno dei principali svantaggi dell'investire in titoli CTz è che tale guadagno sarà al di sotto del livello inflazionistico. Le principali perdite sono legate all'oscillazione dei tassi anche sul breve periodo. Infine i titoli CTz sono esposti a rischio di prezzo e rischio monetario.