Sembra essere in dirittura d'arrivo il progetto di legge che contiene la sesta salvaguardia per gli esodati, le news riguardano soprattutto la calendarizzazione delle discussioni parlamentari e del voto sul progetto di legge. È necessario analizzare cosa bisogna attendersi da questa doppia data: il 2 luglio, quando il pdl arriverà alle Camere, il 3 luglio quando il pdl dovrà essere votato. Si teme molto a causa di questo slittamento agli inizi di luglio e soprattutto per le ultime dichiarazioni sulle coperture economiche.

Pubblicità

Esodati news, sesta salvaguardia: il 2 luglio alle Camere, il 3 luglio le votazioni

A volere la calendarizzazione per il 2 luglio della discussione sulla sesta salvaguardia per gli esodati è stata la presidente della Camera, Laura Boldrini, che ha sottolineato come il governo finalmente abbia preso in considerazione una delle questioni più gravi e paradossali connesse alla riforma delle Pensioni Fornero. La questione però riguarda soprattutto la copertura economica, cosa che, nei discorsi della Boldrini, non è stata affrontata.

Ad intervenire è stato invece il Ministro Poletti.

Le news sugli esodati per quanto riguarda la sesta salvaguardia riguardano soprattutto il fatto che, a detta del Ministro Poletti, la copertura economica sarà trovata attraverso i "risparmi" che esistono a partire dalle precedenti salvaguardie e dal fatto che sono pronti i nuovi stanziamenti per il 2015 e il 2016. Il problema - ed è sempre Poletti a sottolinearlo - è che questi fondi andranno inseriti all'interno della Legge di Stabilità 2015.

Pubblicità

Insomma, se la sesta salvaguardia rappresenta una buona notizia per gli esodati, sembra essere però ancora lontana la possibilità di un intervento strutturale definitivo. Per molti, rimandare tutto alla Legge di Stabilità 2015 significa ancora una volta rinviare il problema e la sua soluzione. Insomma le news sugli esodati hanno sempre un aspetto positivo e un aspetto negativo.