Si parla spesso di lavoro e di Scuola e, noi oggi in quest'articolo discuteremo su una questione d'interesse pubblico. Come ben saprete, è stato approvato il disegno di legge presentato dal Governo Renzi riguardante la "riforma del metodo nazionale d'insegnamento e di formazione" con tanto di autorizzazione di modifica su vari elementi. Ma andiamo nel dettaglio e verifichiamo quali sono le più importanti novità e scopriamo come evolverà la scuola in Italia, in base ai vari articoli di legge.

Riforma Buona Scuola 2015: articoli di legge

ART.1: l'articolo di legge parla chiaro, illustra una certa indipendenza scolastica e la piena partecipazione da parte della cittadinanza, oltre a ciò indica il dirigente scolastico come colui che assicura un'adeguata e funzionante attività didattica. ART.2: nonostante sia il dirigente scolastico a comunicare gli indirizzi scolastici, sarà comunque il Collegio Docenti a predisporre il Pof e il Consiglio d'Istituto, inoltre il piano triennale della proposta educativa, sarà riesaminabile ogni anno. ART.3: tutto il percorso dello studente come gli esiti in sede scolastica, capacità di volontariato e ogni cosa riguardante la scuola, verrà analizzato alla Maturità. ART.4: lariforma prevede un percorso scolastico denominato alternanza scuola-lavoro, che negli ultimi due anni di Superiori stabilisce 400 ore negli istituti professionali e tecnici e, 200 ore totali nei licei. ART.5: le modifiche decretano che in tutti gli istituti scolastici, si dovranno specificare gli insegnanti che dirigeranno gli incarichi del Piano Nazionale Scuola Digitale.

ART.6: i soggetti assunti mediante i concorsi, verranno distribuiti nei settori territoriali sub provinciali, mentre il personale in ruolo già da tempo, manterrà la propria autorità. ART.7: i docenti che verranno introdotti in un settore territoriale, potranno proporsi nei singoli istituti scolastici di quel distretto, per di più, è stato accertato che sarà l'educatore ad acconsentire oppure no, l'offerta che le verrà proposta dal dirigente scolastico. ART.8: il concorso pubblico per titoli ed esami per docenti, sarà notificato entro giovedì 1 ottobre 2015, verrà approvato il punteggio al titolo di idoneità e alla attività svolta a tempo determinato per almeno 180 giorni ininterrotti. Coloro che avranno i requisiti richiesti verranno assunti con contratto a tempo indeterminato, da giovedì 1 settembre 2016. Se desiderate ulteriori aggiornamenti riguardanti la Scuola 2015, cliccate il tasto "Segui" in alto a destra vicino al nome dell'autore.
Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto