Arriva l'estate, è tempo di saldi. E' stato pubblicato in questi giorni il calendario completo che delinea le date precise in cui inizieranno gli sconti relativi al periodo estivo 2015: si tratta di una fitta lista che è stata diversificata regione per regione. Andiamo a conoscere nel dettaglio quali saranno i giorni previsti dal nord al sud Italia.

Ad iniziare le danze saranno Basilicata, Campania e Calabria: in queste tre regioni si partirà il 3 luglio per terminare rispettivamente il 2, il 3 e il 29 settembre.

Pubblicità
Pubblicità

Il calendario dei Saldi estivi vedrà poi lo start in altre regioni cruciali per il business dell'abbigliamento: in Abruzzo, in Emilia Romagna, in Friuli Venezia Giulia, in Lombardia, in Liguria, nelle Marche, in Piemonte e in Toscana le promozioni e gli sconti prenderanno il via il 4 luglio.

A seguire sarà la volta delle rimanenti regioni: in particolare i saldi estivi 2015 inizieranno nel Lazio, in Molise, in Sicilia, in Trentino Alto Adige (fatta eccezione per la provincia di Bolzano, dove si partirà il 145 luglio), in Umbria e in Valle d'Aosta.

Anche la chiusura sarà diversificata di regione in regione: i primi a mettere fine agli sconti saranno i commercianti del Lazio dove i saldi finiranno il 16 agosto, a seguire la Ligura (il 17), il Piemonte e il Trentino Alto Adige (il 29), il Veneto (il 31 agosto). La restante parte delle regione vedrà concludere il periodo di promozioni a settembre: in Abruzzo, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lombarda, Marche e Toscana si chiuderanno il primo, come già detto il 2 in Basilicata e il 3 in Calabria, il 7 in Umbria, il 10 in Molise e nella provincia di Bolzano, il 15 in Puglia, in Sardegna e in Sicilia, mentre l'ultima regione a chiudere i battenti da questo punto di vista sarà la Val d'Aosta con il 30 settembre.

Pubblicità

Come ogni anno, ci sono alcune raccomandazioni dedicate a quegli appassionati di shopping che per la smania di strappare il prezzo choc o l'affare incredibile finiscono per incappare in truffe o falsi sconti: si consideri innanzitutto che saldi superiori al 50% nascondono molto probabilmente delle magagne.

Sarebbe utile per chi ha voglia e tempo, visitare il negozio a cui si è interessati e appuntare quali sono i prezzi di partenza per segnalare eventuali scorrettezze da parte dei commercianti.

Piccoli accorgimenti che possono aiutare i malcapitati consumatori ad evitare di cadere nella rete di alcuni (speriamo sempre meno) rivenditori disonesti.

Leggi tutto