Eccoci come di consueto con le ultime notizie sulle pensioni di uomini e donne, con diverse novità che in questi giorni arrivano dal Governo, sempre alle prese con lo studio di una soluzione per consentire un prepensionamento a partire dai 62 anni per i lavoratori che vogliono lasciare in anticipo il mondo del lavoro. Come abbiamo visto negli scorsi giorni il problema è sempre quello relativo alle coperture finanziarie, con il MEF che vuole tenere i conti a posto e non è disposto a spendere per una riforma delle Pensioni.

Nella giornata di oggi 24 settembre però in audizione in Parlamento il ministro dell'Economia Padoan ha aperto uno spiraglio alla riforma.

Pensioni uomini e donne, ultime novità e notizie: Padoan parla alla camera e apre al prepensionamento

Le ultime notizie sulle Pensioni per uomini e donne arrivano direttamente dall'aula del Parlamento, dove in audizione questa mattina 24 settembre hanno parlato sia Padoan che Poletti. Il titolare delle Finanze in Parlamento ha ribadito che in queste ore ilGoverno è "Impegnato ad analizzare la questione a partire dalla legge di Stabilità e compatibilmente con il quadro di finanza pubblica.

Ogni cambiamento del sistema pensionistico va attentamente valutato tenendo conto delle implicazioni per i conti pubblici". Insomma, ancora una volta la conferma che da parte del ministero dell'Economia l'attenzione primaria va ai conti pubblici, ma anche che il tema delle pensioni sarà inserito nella Legge di Stabilità 2016, cosa non scontata dopo che nei giorni scorsi sembrava potesse restarne fuori.

Padoan e Poletti in Aula, novità Pensioni e prepensionamento: interventi per esodati

Sempre questa mattina in aula Padoan è intervenuto sul tema delle pensioni dando anche notizie sugli esodatie spiegando che il Governo cercherà "le risorse per un nuovo definitivo intervento di salvaguardia"., Di fatto arriva l'ok quindi ad utilizzare le risorse avanzate dalle scorse salvaguardie e che al momento erano state riassorbite dai bilanci dello stato, sbloccandole per nuovi interventi.

Conferme positive anche sulle tempistiche, visto che il ministro ha ribadito che "Questi interventi saranno effettuati nella legge di stabilità".

Conferma sulla situazione degli esodati arriva anche dal ministro Poletti, che ha parlato stamattina in audizione e ha spiegato che "Verranno verificate le due salvaguardie ancora non chiuse e considerati i tempi per la piena utilizzabilità delle risorse". Sugli interventi per il prepensionamento invece, sembra prender sempre più quota la proposta che vede una penalizzazione (superiore a quella proposta da Damiano con quota 97) in cambio di un uscita anticipata.Potrebbero esser decurtati i trattamenti fino al 15% ma con il requisito anagrafico abbassato da oltre 66 a 62 anni.

Voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti sottostanti e per esser sempre aggiornati con le notizie sulle pensioni per uomini e donne cliccate segui in alto.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!