La proposta di riforma Pensioni presentata da Boeri sarebbe in larga parte condivisa da Renzi. Le novità di oggi vorrebbero il premier e il governo propensi a studiare una legge delega per pensioni flessibili a partire dal 2017. È quanto si apprende da Repubblica. Una notizia che non incontrerà il favore dei lavoratori precoci, visto che da qui al 2017 molti di loro andranno in pensione con la legge Fornero, senza la possibilità di accedere a quota 41, proposta da Cesare Damiano all'interno del ddl 857, che tra le altre cose prevede la pensione anticipata a 62 anni.

Una "sconfitta" annunciata per molti, un'ingiustizia palese per altri.

Renzi apre alla riforma pensioni di Boeri

Definito da addetti ai lavori e non ministro ombra, Tito Boeri ha reso pubblico, d'accordo - secondo quanto sostenuto dai media- con Matteo Renzi - il documento che presenta la sua proposta per la riforma del sistema previdenziale. Non tutte le proposte presentate dal presidente dell'Inps sono però viste di buon occhio dal governo. Una su tutte: la redistribuzione dei pensionati (Repubblica).

In un'intervista il primo ministro italiano ha detto: "Se applicassimo le sue proposte - riferendosi a Boeri - finiremmo per mettere le mani su pensioni basse, quelle intorno ai duemila euro". In realtà non è esattamente così, visto che il professore della Bocconi ha messo nel mirino le pensioni d'oro da 5000 euro lordi in su. Rimane, fondamentalmente, un problema, irrisolto ad oggi: la proposta potrebbe essere giudicata incostituzionale dalla Consulta.

Problema questo che non si pongono i lavoratori precoci, per i quali il testo del numero uno dell'Inps non prevede alcuna misura. E non è tutto, perché si fa largo l'ipotesi di un intervento sulle pensioni da parte del governo soltanto a partire dal 2017, quindi molti dei precoci che oggi chiedono di andare in pensione con 41 anni di contributi e senza penalizzazioni andranno in pensione con 42 anni e 10 mesi a partire dal 2016.

Cosa resta della sperimentazione chiesta da Cesare Damiano? La partita della flessibilità in uscita nella Legge di Stabilità è terminata ancora prima di iniziare? QualoraRenzi appoggiasse il piano Boeri si arriverebbe al capolinea delle speranze per i precoci, visto che andrebbe ad escludere qualsiasi misura da qui al 2017. Nel caso che l'ex sindaco di Firenze seguisse la linea tracciata dal presidente dell'Inps come pensate reagirà la maggioranza degli italiani? Per conoscere ulteriori aggiornamenti sul documento Boeri cliccate il tasto 'Segui' in alto a destra.

Segui la nostra pagina Facebook!