Il rilevante sciopero di Trenord di venerdì 6/11/2015 sembra essere stato solamente il primo capitolo di una lunga serie di sospensioni che arrecheranno non pochi disagi a tutti gli italiani durante il mese di novembre. A partire dal settore ferroviariofino ad arrivare a quello aereo si evidenzia infatti come il calendario sia ricco di giornate nere. Le prossime agitazioni riguarderanno la Toscana dove nella giornata dell’11/11 i lavoratori CCT Nord di Lucca, Pisa e Livorno non assicureranno i consueti servizi.

Il giorno successivo toccherà invece alla città di Cagliari dove tra le ore 11 e le ore 15.00 sono previste sospensioni del lavoro del personale CTM. Ulteriori problemi anche il 13 novembre quando a Bolzano, Campobasso, Cesena e Forlì non verrà assicurato il corretto funzionamento dei mezzi di trasporto pubblici. Come se non bastasse, a cavallo della metà del mese (giornata del 16) sciopererà anche il personale Caremar di Napoli che solitamente assicura alcuni trasporti marittimi verso le isole principali della Campania.

Scioperi trasporti della seconda metà del mese di novembre 2015: ecco le date critiche

La seconda parte del mese di novembre si aprirà gli scioperi del 20 novembreriguardanti sia i lavoratori Alitech che solitamente offrono i loro servizi presso l’aeroporto di Capodichino (4 ore di disagi) sia il personale TPL Scarl di Roma durante (durante tutte le 24 ore della giornata non verranno assicurati i servizi).

Passando invece al settore aereo si ricorda come durante la giornata del 24/11 il personale Enav ed Alitalia incrocerà le braccia e non garantirà la propria presenza nei maggiori scali del nostro paese. E’ infine notizia di pochi giorni fa la decisione dell’Unione Sindacati di Base, CAT e CUB Trasporti di indire un altro sciopero nazionale che interesserà l’intero settore ferroviario nelle giornate del 26 e 27 novembre.

Per scoprire se tale decisione verrà confermata o revocata non rimane che seguire la nostra pagina ed i prossimi aggiornamenti.

Segui la nostra pagina Facebook!