Le vicende che riguardano il nuovo concorso Scuola 2016 e, in generale, tutta la riforma della 'Buona scuola' non smettono di suscitare aspre polemiche. L'ultima, in ordine di tempo, riguarda la famosa bozza dei programmi che il sito OrizzonteScuola ha fatto circolare nella giornata di domenica e, più dettagliatamente, nella giornata di lunedì. Si tratta dei programmi che erano stati dati per il concorso scuola 2012 appena un po' accresciuti ma, secondo i precari, le differenze sono almeno due: a questa tornata sono costretti a partecipare docenti altamente formati e che hanno già superato prove assimilabili a quelle concorsuali (il TFA prevedeva in ingresso un concorso di tre prove) e con anzianità di merito (il PAS) che avrebbero dovuto, invece, essere inseriti nel piano straordinario di assunzioni; la seconda questione riguarda la tempistica, se le assunzioni devono essere a settembre, la prova scritta sarà a marzo e l'orale tra giugno e luglio, praticamente è impossibile preparare 'degnamente' un concorso con programmi così vasti.

Sulla questione del concorso scuolaè scoppiato un vero e proprio caso politico: il PD si spacca, il M5S cavalca l'onda con un'interpellanza parlamentare, il Ministro tace.

Il PD si spacca: ultime sul concorso scuola 2016

La polemica sui programmi del concorso scuola 2016 riguarda proprio l'estremo nozionismo che si richiede, accompagnato, però, da una preparazione altamente specialistica su psicologia dello sviluppo e dell'apprendimento, visioni pedagogiche e didattiche varie, nonché una conoscenza approfondita di ogni elemento giuridico e amministrativo che riguarda l'istituzione scolastica.

È sembrato troppo, insomma, non soltanto ai docenti precari, ma anche ad alcuni parlamentari del PD che hanno chiesto ufficialmente al Ministro, tramite un Ordine del Giorno (ODG), di riconsiderare la questione. Intanto, però, il Ministro Giannini e il premier Renzi non sembrano aver raccolto la sfida: per il momento, non si parla di alcuna revisione e tutto sembra tacere. La questione del concorso, per i precari della scuola,è chiaramente connessa alle assurdità di una procedura che dovrebbe valutare nuovamente docenti che sono stati già valutati, soltanto perché si è deciso che non dovessero rientrare nel piano di assunzioni.

Il M5S attacca: ultime novità concorso scuola 2016

Il M5S, sulla questione delle bozze dei programmi per il concorso scuola 2016, starebbe preparando addirittura un'interpellanza parlamentare. La Chimienti, sulla sua pagina Facebook, ha commentato amaramente che i futuri docenti devono essere preparati su tutto lo scibile umano e in più saperlo esporre anche in inglese. Intanto, però, la parlamentare fa sapere che si intende chiedere conto al governo di una questione: se è stato ammesso un ODG che diceva chiaramente che le prove non sarebbero state strutturate per valutare le conoscenze nozionistiche, perché il Ministero sta invece procedendo in quella direzione?

Insomma, anche il concorso scuola sta diventando una battaglia del M5S, ma a stupire è ancora una volta il silenzio assoluto del Miur e della Giannini sulla questione. Per ricevere aggiornamenti su polemiche politiche e indiscrezioni, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!