Continuano ad arrivare ultime novità sulla pensioneanticipata del 2016 e sulla riforma che il Premier Renzi ha promesso nel corso della prima metà di quest'anno. Questa volta a parlare di prepensionamento e dei punti chiavi su cui lavorare è stato Cesare Damiano, intervenuto all'interno dell'evento "Insieme si può", organizzato lo scorso quattordici gennaio dal Comitato Opzione Donna. Oltre a Damiano, ha parlato anche Paola Binetti, delGruppo Area Popolare, condividendo il pensiero di Damiano, soprattutto per quanto riguarda le ricongiunzioni onerose dei contributi.

Pensione anticipata 2016 e prepensionamento: le ultime da Damiano

"Abbiamo un altro chiodo fisso e si chiama flessibilità del sistema pensionistico. Quindi noi abbiamo un'altra grandissima battaglia". Queste le parole di Cesare Damiano alle donne presenti alla festa "Insieme si può", con cui il presidente della Commissione Lavoro ha fissato i paletti per il prossimo obbiettivo da raggiungere per quanto riguarda la Pensione Anticipata. L'obbiettivo resta quella di convincere il Governo che la quota 97, proposta da tempo da Damiano-Baretta tramite il DDL 857, è realizzabile senza costi eccessivi, ma anzi sul lungo periodo garantirà addirittura un risparmio allo stato, visto il taglio sull'assegno (dal 2 all' 8% massimo) di chi vorrà uscire dal mondo del lavoro con il prepensionamento.

Cesare Damiano non si ferma però, e fissa anche un altro traguardo da raggiungere nel corso dell'anno: quello delle ricongiunzioni onerose.

Ultime novità Pensioni 2016, stop alle ricongiunzioni onerose

Per Damiano: "C'è un altra battaglia da portare avanti,la battaglia sacrosanta delle ricongiunzioni onerose, perché se devi pagarti due volte i contributi e buttarci 100mila o 200mila euro, vuol dire che ti rovini la vita per avere un diritto".

A fargli eco, e a dimostrazione che questa battaglia è trasversale tra i partiti e non solo del PD arrivano anche le parole di Paola Binetti, che ha detto alla trasmissione Tagadà su La7: "E'anacronistico che il ricongiungimento dei contributisia così oneroso. Bisogna trovare un sistema per farli confluire in automatico nello stesso fondo. Questo perché è cambiato il mercato del lavoro è diventato flessibile ed èla prassi il cambiamento del posto di lavoro".

Voi cosa ne pensate di queste dichiarazioni? E di queste soluzioni proposte? Come sempre potete farcelo sapere commentando l' articolo qui di seguito, e per avere novità sulla pensione anticipata 2016 potete cliccare Segui in alto ed esser aggiornati con le ultime sulle Pensioni.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!