È da poco stato pubblicato l’avviso con cui Italia Lavoro, ente strumentale del Ministero del Lavoro ha dato l’OK un'altra volta al progetto "Botteghe di Mestiere e dell'Innovazione". Il Progetto si propone di contribuire al miglioramento dei livelli di occupazione dei giovani attraverso la promozione di politiche per la formazione e per il lavoro stimolando i processi di innovazione, nonché lo sviluppo di reti locali. L’obiettivo del progetto è infatti quello di favorire la trasmissione di competenze specialistiche ai giovani interessati alle attività manuali.

Tutto ciò per favorire il ricambio generazionale nei mestieri artigianali che sono a rischio di estinzione perché sono sempre meno i giovani che vogliono intraprenderli. Sono previsti 934 percorsi di tirocinio, di cui

  • 539 tirocini in Botteghe in Puglia, Sicilia, Calabria, Campania
  • 395 tirocini in Botteghe nelle restanti Regioni.

All’avviso possono partecipare i raggruppamenti, formati da un Soggetto Promotore e uno o più Soggetti Ospitanti costituiti sotto forma di: Consorzio; Contratto di rete; Associazione Temporanea di Imprese o di scopo.

Sono inoltre previste 2 tipologie di botteghe

  • una “settoriale”: che prevedono il coinvolgimento di imprese integrate in senso orizzontale

Le risorse finanziarie messe a disposizione sono pari a 5.220.000,00 euro, di cui 3.010.000,00 euro per Calabria, Campania, Puglia e Sicilia; ed 2.210.000,00 euro per le restanti regioni.

Requisiti per partecipare e durata del tirocinio

I tirocini si rivolgono a giovani di età compresa fra i 18 anni e i 35 anni, che si trovano in uno stato di disoccupazione o inoccupazione. Ad essi verrà corrisposto un rimborso spese mensile di 500 euro al mese. Sono previsti anche degli indennizzi di mobilità nei casi in cui il tirocinio dovesse svolgersi in una Regione diversa da quella in cui il candidato ha la residenza.

Le opportunità di formazione avranno una durata di 6 mesi in specifici ambiti in molte province italiane. In ogni Bottega verranno inseriti minimo 7 tirocinanti e massimo 10. Nelle botteghe non si svolgeranno solamente attività strettamente artigianali ma anche attività rientranti nell’artigianato digitale. Per il tutoraggio di ciascun tirocinante l’azienda promotrice riceverà un contributo di 500 euro lordi. Le aziende ospitanti riceveranno invece un contributo di 250 euro lordi mensili. Le aziende che vogliono partecipare con i loro progetti, potranno farlo inviando tutta la documentazione entro e non oltre l’8 marzo 2016 ad Italia Lavoro S.P.A, con sede in via Guidobaldo del Monte, N.

60, CAP 00197 Roma. Per altre info su concorsi premi il tasto segui accanto al nome.

Segui la pagina Offerte Di Lavoro
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!