Con l’apposizione da parte del Presidente della Repubblica Mattarella della firma alla legge che rivoluziona le cdc (classi di concorso), sembra che sia realmente imminente la pubblicazione dei bandi per il concorso Scuola 2016. La situazione, però, è ancora molto confusa e sembra difficile che il Miur riesca a sciogliere le innumerevoli contraddizioni che sono state rilevate (anche dal CSPI) per quanto riguarda le prossime procedure concorsuali: in questo senso, si segnala la richiesta da parte dei sindacati (ad esclusione della Gilda) di un incontro con il Miur per fare il punto della situazione e per proporre una serie di ‘soluzioni’ possibili a quella che si presenta come un’intricata matassa.

Contemporaneamente, si segnala la battaglia via twitter dei docenti abilitati tramite TFA, per i quali la soluzione sarebbe ancora più semplice, un concorso per soli titoli (anche se questa proposta presenta comunque delle contraddizioni).

Incontro urgente Miur-sindacati sul concorso scuola 2016

La critica che i docenti precari muovono ai sindacati è quella di essersi mossi troppo tardi quando il concorso scuola 2016 è oramai imminente, in più si sottolinea come tutte le associazioni sindacali abbiano messo in piedi dei corsi di formazione (a pagamento) per il superamento dello stesso nonostante non vi sia chiarezza sui programmi da portare e sulla tipologia delle prove.

Nel frattempo, però, i sindacati hanno chiesto un incontro urgente al Miur e, nel comunicato, si leggono le richieste che si intende portare:

  • innanzitutto, come si intende procedere in vista dello svuotamento delle GaE
  • in secondo luogo, quali sono le soluzioni che il Miur sta predisponendo per tutti coloro che, in possesso di una abilitazione, non rientrano nelle GaE – il riferimento è probabilmente alla definizione della fase transitoria per gli insegnanti abilitati che non vinceranno il concorso scuola 2016
  • in terzo luogo, come intende procedere il Miur nei confronti di coloro che lavorano nelle scuole ma non hanno ancora avuto la possibilità di prendere l’abilitazione (la III fascia delle GI)
  • infine, come si intende agire per quanto riguarda i docenti della scuola d’infanzia che non sono rientrati nel piano straordinario di assunzioni per il 2015/2016

I docenti TFA e il concorso scuola 2016 solo per titoli

Nel frattempo, i docenti abilitati con il percorso TFA, attraverso twitter, stanno chiedendo che il concorso scuola 2016 si svolga mediante una procedura che tenga conto solo dei titoli (dunque senza prove d’esame).

Gli abilitati con TFA sottolineano di aver già superato tre prove d’accesso sulle conoscenze disciplinari (la selezione fu durissima e ad entrare furono soltanto una piccola percentuale dei partecipanti) e di aver svolto esami sulle competenze didattiche e metodologiche durante il percorso d’abilitazione. La richiesta è dunque che le procedure siano per soli titoli. La questione è, comunque, complessa; si tratterebbe di una soluzione soltanto se tutti i docenti partecipanti venissero poi inseriti in una graduatoria per l’immissione in ruolo, altrimenti si rischierebbe di essere esclusi dall’assunzione soltanto perché non si raggiunge un certo ‘punteggio’.

Per aggiornamenti sul concorso e l’azione di sindacati e coordinamenti, cliccate su ‘Segui’ in alto sopra l’articolo.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!