È giunto il momento di pensare concretamente ai lavoratori ultra 55enni, a quelli che vivono in condizione di bisogno tramite la riforma della legge Fornero sulle pensioni.  La composizione del nucleo familiare, o meglio il numero dei componenti il nucleo, deve essere il perno dell'azione del governo. Il piano proposto dal presidente dell'Inps, Tito Boeri, oltre all'uscita anticipata ed una riforma della legge Fornero più ampia, rilancia anche le misure a favore degli over 55 disoccupati ed in condizioni disagiate.

Pubblicità
Pubblicità

La proposta Boeri per gli over 55: reddito minimo di 500 euro al mese

Garantire un reddito minimo di 500 euro al mese, questo è scritto nella proposta Boeri, a tutte le famiglie in cui vi sia un componente over 55 anni. Il reddito sarà incrementato di 250 euro se nel nucleo vi è un componente adulto e di 150 euro se vi è un minore massimo 14 enne. Il sostegno alle famiglie bisognose potrebbe arrivare a 1.050 euro se oltre ai genitori ultra 55enni vi sono due minori.

Pubblicità

La proposta del presidente Boeri viene denominata "Sostegno di Inclusione Attiva (SIA55). Il professore bocconiano, afferma che è giunta l'ora di creare "quella rete di assistenza di base, di quel reddito minimo garantito, che oggi manca nel nostro Paese". Come molti lavoratori sanno ed hanno avuto modo sperimentare proprio sulla propria pelle, sopra i 55 anni diventa veramente un'impresa trovare un lavoro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Pensioni

Proprio per questo la povertà in questa fascia di età è aumentata, tanto da generare un vero problema sociale, cui occorre far fronte con urgenza sostiene ancora una volta Boeri. 

Nel piano Boeri l'accesso al reddito minimo deve soddisfare tre vincoli. Il primo vincolo è che il valore catastale della casa principale non deve superare i 150.000 €.; secondo vincolo è che non si abbiano redditi derivanti da altri immobili; il terzo vincolo è che il patrimonio mobiliare non deve essere superiore all’ammontare massimo equivalente del SIA55 per un totale di tre mensilità. La concessione del sussidio è, inoltre, condizionata alla stipula di un patto finalizzato all’inserimento lavorativo.

Questa la proposta rilanciata dal presidente Boeri, adesso tocca al governo l'ultima parola. Le modifiche alla riforma delle pensioni targata Fornero, riaccendono il dibattito.

Volete essere sempre aggiornati sull'argomento? Allora seguiteci, cliccando su "segui" posto in alto sopra al titolo

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto