Giusto fare insieme a noi il punto della situazione sul registro elettronico: ogni mattina quasi un incubo per poter registrare tutte le assenze e richiedere le giustificazioni; difficoltà anche nel registrare tutti i dati con la tempistica corretta, ovvero prima del blocco del dirigente scolastico su differenti giorni e settimane. E voi come vi state trovando, cari colleghi? Facciamo un breve resoconto di come procede l'attività nella nostra Scuola e in quella di altri insegnanti nella penisola, per poi darvi la possibilità di votare il sondaggio o lasciare una tua opinione: il registro elettronico ha semplificato il lavoro dell'insegnante?

Sì o no? Al di sotto dell'articolo sarà anche possibile lasciare un proprio commento per raccontare la situazione nella propria scuola, regione, provincia.

Il registro elettronico ha semplificato il lavoro dell'insegnante?

Al momento siamo riusciti ad installare nel nostro cellulare il programma del 'Re registro elettronico Axios' permettendoci di accedere con una tempistica più veloce di quella permessa a scuola sfruttando un nostro abbonamento internet. Infatti la connessione è molto lenta, ci troviamo in un istituto secondario di II grado sito in una zona prevalentemente di campagna, per cui ogni mattina è difficile segnare tutte le assenze e richiedere le giustificazioni registrandole senza perdere almeno venti minuti della prima ora.

Si consideri infatti che il registro elettronico è soggetto al blocco del DS per cui è necessario inserire puntualmente tutte le annotazioni, che rimarrebbero altrimenti non segnate; oltre al fatto che senza la registrazione delle assenze e delle giustificazioni, il programma non permette di effettuare altre operazioni. Insomma, siamo costretti a fruire della nostra connessione internet dal cellulare oppure effettuare il lavoro a casa, segnando le info utili da riportare nel registro elettronico la sera.

Al momento stiamo però anche utilizzando il registro cartaceo che deve essere identico all'elettronico, comprendendo anche le note disciplinari. Risulta un lavoro di copiatura, un doppio lavoro, in considerazione anche che il'Re registro elettronico Axios' richiedere di inserire il lavoro svolto con gli alunni, i compiti assegnanti, le note disciplinari; stesse annotazioni per il sostegno, per il quale il registro presenta un parte di inserimento di tutte le ore di lezione, lavoro volto e compiti assegnati a casa.

Dal cellulare le caselle di inserimento sono davvero molto piccole, così come le icone del registro elettronico: la difficoltà è intrinseca comunque alla connessione internet non presente a scuola.

Vota il sondaggio con un sì o no e un commento

Per dire la verità, e se davvero dovessimo fare il punto della situazione nell'utilizzo del registro elettronico,nonci hasemplificatoil lavoro, anzi. Ma questa è solo una nostra opinione, legata probabilmente alla mancata connessione nella nostra scuola, anche se le opinioni sono differenti anche in relazione al sistema/programmautilizzato per l'installazionedel registro elettronico.

Differenti sono anche le difficoltà degli insegnanti in relazione al posto che ricoprono: docente posto comune o docente di sostegno, che utilizzano delle sezioni riservate differenti. Vi sono però vari programmi di registro elettronico, quello che avevamo nella scuola secondaria di I grado nell'a.s. 2014/2015 era infatti molto più semplice da utilizzare anche nell'inserimento delle votazioni per lo scrutinio del primo quadrimestre. Per questo motivo, cari colleghi, votateil sondaggio: Il registro elettronico ha semplificato la vita dell'insegnante? Sì o no, scrivetelo al di sotto del nostro articolo e/o lasciate un vostro commento anche riferendo la situazione nella vostra scuola, indicando anche il grado, in modo da avere al termine del sondaggio un'idea chiara di come sta procedendo la situazione nella scuole.

Se invece volete continuare a seguirci, cliccate su 'segui' in alto alla vostra sinistra.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!