E' stato annunciato da poche ore il cosiddetto "ddl Pannella", Disegno di Legge promosso dal Presidente della Commissione sui Diritti UmaniLuigi Manconi che, nelle prossime ore, potrà essere sottoscritto dai Senatori della Repubblica Italiana. Dopo la recente scomparsa di Marco Pannella, l'esponente del PD ha chiesto a gran voce un nuovo intervento in tema di amnistia ed indulto per modificare l'articolo 79 della Costituzione Italiana con lo scopo finale di abbassare il tetto attualmente necessario per l'approvazione dei decreti relativi alle due misure di Clemenza da parte delle Camere del Parlamento.

Lo stesso Luigi Manconi ha commentato la propria decisione sottolineando come la Carta Costituzionale sia stata recentemente modificata durante il periodo di Tangentopoli proprio con l'obiettivo di rendere più difficile la concessione di amnistia ed indulto vista la necessità di una maggioranza dei due terzi.

Luigi Manconi sottolinea la necessità di un rapido intervento di amnistia ed indulto

Luigi Manconi, presentando il ddl Pannella ha comunicato la personale intenzione di accelerare le operazioni di concessione di amnistia ed indulto (1 solo intervento dal 1992 ad oggi) per rispondere direttamente alla difficile situazione delle carceri italiane.

Nonostante i numeri siano in miglioramento (ad oggi i detenuti sono circa 53.000 contro i 68.000 dell'anno 2010), il sovraffollamento rimane un problema particolarmente presente e grave. Il rapporto tra numero di posti disponibili e numero di detenuti è infatti di 108 contro una media europea nettamente inferiore (in Germania 81% ed in Spagna 85%). In attesa di scoprire quali saranno le ulteriori novità relative alla presentazione del ddl di modifica della Costituzione, si ricorda che nella giornata di oggi, 26 maggio 2016, si terrà una nuova discussione in Commissione di Giustizia relativamente alle due richieste misure di clemenza con inizio fissato per le ore 14.00.

Sarà secondo voi la volta buona per un intervento deciso? Fateci sapere la vostra commentando la news.

Segui la nostra pagina Facebook!