Il Governo Renzi dovrà darsi molto da fare affinché la riforma delle Pensioni anticipatenon si rivelino un meccanismo poco appetibile per i futuri pensionati, come lo è stato l'anticipo sul trattamento di fine rapporto. Il sistema pensionistico di uscita flessibile allo studio a partire dal 2017 (l'Ape, ovvero l'anticipo pensionistico), si baserà sul prestito che gli istituti bancari faranno ai pensionati con il concorso dell'Inps: l'uscita anticipata, di certo, non sarà indolore per la maggior parte dei contribuenti che dovranno pagare, per vent'anni, le rate mensili per il prestito ottenuto.

Anticipo pensionistico 2016 di Renzi: 3 anni prima della pensione di vecchiaia

Sulla scelta deilavoratori in merito all'anticipo pensionistico, dall'altra parte della bilancia, ci sarà la possibilità di uscire prima da lavoro, fino a tre anni rispetto al requisito anagrafico occorrente per la pensione di vecchiaia. Attualmente, tale requisito è fissato in 66 anni e sette mesi e si incrementerà di quattro mesi a partire dal 2019, di tre mesi per ciascun biennio dal 2021 e di ulteriori due mesi ogni due anni dal 2029. L'allontanarsi, dunque, dell'età per andare in pensione indurrà molti lavoratori ad utilizzare l'anticipo pensionistico per anticipare l'assegno previdenzialeche, nel 2049-50, si raggiungerà alle soglie dei settant'anni.

Pensioni anticipateApedal 2016 al 2050: guida dal proprio giorno di nascita

Anticipare di tre anni l'andata in pensione nell'anno che vedrà il debutto dell'anticipo pensionistico di Renzi significherà che il limite massimo, per il 2017, sarà la data di nascita pari alla fine di maggio del 1954, giorno limite di compimento dei 63 anni e sette mesi richiesti per l'Ape.

Sarà, questa, dunque la data alla quale dovranno fare riferimento i lavoratori autonomi e dipendenti pubblici e privati, mentre le dipendenti private avranno un anno in più (31/5/1955) per via dei differenti requisiti anagrafici in vigore fino al 2018. Proprio nel 2018, con la pensione di vecchiaia con gli stessi requisiti per tutti, potranno chiedere l'Ape di Renzi i contribuenti nati entro la fine dimaggio del 1955.

Riportiamo, di seguito, per ciascun anno fino al 2050, la data di nascita massima per poter richiedere l'anticipo pensionistico:

  • nel 2019 potranno chiedere l'Ape i nati entro fine gennaio del 1956;
  • nel 2020 i nati entro fine gennaio 1957;
  • nel 2021 i nati entro fine ottobre1957;
  • nel 2022 entro il 31 ottobre 1958;
  • nel 2023 fine luglio 1959;
  • nel 2024 fine luglio 1960;
  • nel 2025/26 rispettivamente entro fine aprile del 1962 e del 1963;
  • nel 2027/28 prima del termine di gennaio del 1963 e del 1964;
  • nel 2029/30 rispettivamente prima di fine novembre 1964 e 1965;
  • nel 2031/32 entro il termine di settembre '66 e '67;
  • nel 2033/34 fine luglio del 1968 e 1969;
  • nel 2035/36 fine maggio '70 e '71;
  • nel 2037/38 il 31 marzo del '72 e del '73;
  • 2039/40 il 31 gennaio del '74 e del '75;
  • 2041/42 il termine di novembre del '75 e del 76;
  • 2043/44 il termine di settembre 1977 e 1978;
  • 2045/46 fine luglio '79e '80;
  • 2047/48 fine maggio 1981 e 1982;
  • 2049/50 termine di marzo 1983 e 1984.
Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la pagina Matteo Renzi
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!