Le ultime novità sulle pensioni ad oggi 6 ottobreriguardano soprattutto alcune categorie tra le più penalizzate dalla riforma Fornero. Innanzitutto, si segnala un intervento di Cesare Damiano sulla questione dei lavoratori precoci e della Quota 41: le sue parole hanno suscitato stupore. Si parla, poi, dei cosiddetti 'esodati' e sta per arrivare al cinema un film che racconta il dramma di questa particolarissima categoria. Importanti dati arrivano anche dall'OCSE sullo stato della spesa pensionistica in Italia: il nostro paese sarebbe 'promosso' proprio perché ha allungato di molto il requisito anagrafico con la Fornero.

Infine, il nodo degli italiani all'estero (importante anche in chiave elettorale per il referendum): l'aumento delle Pensioni minime potrebbe riguardare anche loro.

Lavoratori precoci: novità pensioni oggi 6 ottobre

Le novità pensioni di oggi 6 ottobre parlano della situazione dei lavoratori precoci. Secondo il verbale di intesa tra governo e sindacati, la Quota 41 potrà essere utilizzata da coloro che hanno almeno un anno (anche non continuo) di contribuzione prima del diciannovesimo anno d'età, ma soltanto se appartengono a categorie specifiche: disoccupati di lungo corso, disabili e impegnati in mansioni gravose (ancora da definire).

Ebbene, Cesare Damiano, interpellato durante il programma Mi Manda Rai Tre, da un telespettatore che chiedeva appunto dei precoci, l'ex ministro del Lavoro ha sottolineato come il governo abbia infranto il tabù sulla Quota 41 permettendo l'acceso ad alcune categorie di precoci. In realtà, la misura non piace ai diretti interessati, perché di fatto riduce la platea e li tutela soltanto in minima parte: in questo senso hanno stupito le parole in difesa della misura governativa pronunciate da Cesare Damiano.

Esodati, minime all'estero e OCSE: novità pensioni oggi 6 ottobre

Sempre per quanto riguarda la riforma pensioni, novitàarrivano anche su altre questioni. Gli esodati proseguono la loro battaglia per l'ottava salvaguardia, proprio quando sta per arrivare nelle sale cinematografiche il film L'esodo di Ciro Formisano, che dovrebbe aiutare a porre l'attenzione su uno dei drammi sociali più importanti degli ultimi anni in Italia.

Intanto, gli italiani all'estero chiedono che nel computo dei propri contributi in vista dell'aumento delle minime e della quattordicesima vengano calcolati anche quelli versati all'estero. Infine, l'OCSE racconta come l'Italia stia facendo bene sulla spesa pensionistica proprio grazie alla riforma pensioni Fornero: la percentuale di spesa è del 16% sul PIL, comunque peggio della Francia, che sta al 13%, e della Germania all'11%.

Segui le tue passioni.
Rimani aggiornato.

Per aggiornamenti, cliccate su 'Segui' in alto sopra l'articolo.

Segui la nostra pagina Facebook!