Sta per arrivare la tanto temuta Maturità 2017. Si tratta dell'ultima importante prova che gli studenti dovranno sostenere prima di affacciarsi al mondo universitario. Ciò che preoccupa gli studenti maggiormente è dover affrontare tantissime prove e dover confrontarsi con i commissari esterni. In questi giorni infatti sono partite le domande da parte dei docenti e sarà poi in Miur a formare le commissioni d'esame. Alcune scuole però avranno i commissari interni. Vediamo quali.

Esame di maturità 2017: alcune scuole con commissioni interne

Quest'anno non tutti i maturandi si troveranno davanti alle commissioni esterne. Il ministro dell'istruzione ha deciso di fare alcune modifiche.

Pubblicità

I una circolare del Miur si legge che alcune commissioni saranno interne ossia composte da professori che sono già insegnanti della scuola dove si svolgerà l'esame e da un presidente esterno. Gli istituti che sono coinvolti in questa decisione sono quelli che si trovano nelle zone terremotate. In queste scuole infatti, a causa degli eventi sismici, i ragazzi hanno prso diverse giornate di lezione quindi la difficoltà sarebbe maggiore. Essere giudicati da professori esterni sarebbe peggio. Le scuole sono della Regione Abruzzo, dell'Umbria, del Lazio e delle Marche.

Il Ministro Fedeli ha affermato che l'ordinanza è stata in risposta alla richiesta delle scuole.

Queste infatti insieme a studenti e studentesse hanno chiesto di essere giudicati da professori interni considerando l'alto numero di giorni in cui non hanno frequentato. In molti casi infatti anche il maltempo ha portato danni. Il ministro ha inoltre affermato che dovranno garantire a questi studenti un esame sui programmi che realmente hanno svolto e ciò sarà ovviamente indicato nel documento di fine anno che presenterà il collegio docenti.

Le Date

Vi ricordiamo che la Maturità 2017 avrà inizio il 21 Giugno con la prima prova di italiano e che il 22 Giugno si terrà la seconda prova nella materia caratterizzante di ciascun indirizzo.

Pubblicità

La maturità sarà sostenuta da circa 500 mila ragazzi e le commissioni saranno circa 12 mila.