Buone notizie per le donne che nel corso del 2017 diventeranno mamme o vivranno la gioa della maternità per adozione o affidamento. Lo Stato infatti, supporterà il lieto evento con il riconoscimento di un premio nascita, denominato "bonus mamma domani 2017" erogabile in un'unica soluzione del valore di 800 euro, versato in un’unica soluzione ed una sola volta. Il bonus mamma sarebbe dovuto essere attivo già dal primo gennaio ma al momento non ancora erogabile. Vediamo nel dettaglio come fare per richiederlo e la tempistica per la sua prossima erogazione.

Pubblicità
Pubblicità

Come richiedere il bonus mamma

Il bonus di 800 euro può essere richiesto sia per la nascita, l’adozione o l’affidamento di un minore, senza richiesta di Iseen, in quanto non tiene conto della situazione reddituale. Quali sono i requisiti per richiederlo? Possono farne richiesta le mamme che oltre a presentare i requisiti generali quali: residenza in Italia; cittadinanza italiana o comunitaria o non comunitarie con regolare permesso di soggiorno Unione Europea, devono essere anche in possesso dei requisiti specifici: ovvero che dal 1° gennaio 2017 si trovino nel compimento del 7° mese di gravidanza o parto. Inoltre, ne possono fare richiesta anche le madri che adottano un minore o ottengono un affidamento preadottivo nazionale.

Infine, vi ricordiamo che il contributo andrà richiesto tramite il sito dell'Inps, anche se al momento i moduli per poter fare richiesta non sono ancora pronti, dato il rinnovamento del sito di previdenza sociale. Non c'è da preoccuparsi sui ritardi (che a quanto pare le prime approvazioni rischiano di slittare a luglio) in quanto il premio sarà retroattivo, e dunque chi aveva già maturato i requisiti per il bonus all’inizio del 2017 non sarà escluso dall’ assegno. Pertanto, al momento non è possibile presentare domanda, vi invitiamo a continuare a seguirci per avere gli ultimi aggiornamenti.

Pubblicità

Gli altri bonus bebè

Le mamme inoltre, potranno beneficiare di altri due tipologie di bonus ovvero di 80 euro mensili (per tre anni ) per le famiglie con un indicatore Isee al di sotto dei 25.000 euro ( pertanto, per avere tale beneficio non occorre superare tale soglia di reddito). Inoltre, è previsto anche il bonus nido che consiste in un voucher fino a 1.000 euro l’anno, che viene però erogato per 11 mensilità.

Leggi tutto