Poca chiarezza sulla riforma della Pubblica Amministrazione e sul rinnovo dei contratti degli statali previsto per il 2017 nella manovra correttiva di 3,4 miliardi di euro e nell'approvazione del Documento di economia e finanza del Governo Gentiloni. E' quanto afferma Il Manifesto all'indomani della conferenza stampa nella quale lo stesso Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni ha tagliato corto su alcuni punti dei provvedimenti del Def non apparsi del tutto lineari. In particolare, i maggiori punti interrogativi sono emersi sulle risorse promesse dal Governo e dal ministro per la Funzione pubblica, Madia per assicurare gli aumenti dei contratti statali, bloccati da circa otto anni.

Pubblicità

Riforma Pubblica amministrazione 2017 e rinnovo contratti statali: quali aumenti di stipendio?

Nella giornata di ieri, inoltre, si era sparsa la voce che i 2 miliardi e ottocento milioni di euro necessari per aumentare gli stipendi degli statali di 85 euro mensili medi sarebbero stati iscritti a bilancio. Ma i sindacati Funzione pubblica e Federazione Lavoratori della Conoscenza della Cgil (Flc) avevano avuto segnali differenti al punto che, durante la seduta del Consiglio dei ministri, avevano diramato un comunicato congiunto nel quale anticipavano lo sciopero generale in assenza delle risorse necessarie per rinnovare i contratti statali.

Le risorse finora a bilancio, secondo i sindacati, assicurerebbero aumenti di stipendi dei lavoratori della Pubblica amministrazione che si fermerebbero a circa 35 euro al mese. Troppo pochi dopo tanta attesa e dopo le promesse del Governo: dopo l'accordo siglato il 30 novembre 2016, sarebbe un segnale di mancanza di rispetto nei confronti dei lavoratori statali.

Pubblicità

Riforma Pa e sblocco contratti pubblici 2017: i nodi degli aumenti stipendi e premi

Parole rassicuranti sono state espresse dal ministro dell'Economia e del Tesoro, Padoan il quale ha affermato che il Governo manterrà tutti gli impegni presi in argomento di riforma della Pubblica amministrazione e degli aumenti degli stipendi dei lavoratori del pubblico impiego. La stessa Marianna Madia, poi, ha twittato sul proprio profilo la conferma dell'impegno economico del Governo Gentiloni volto ad aumentare gli stipendi degli statali di 85 euro mensili al rinnovo dei contratti.

Tuttavia, dopo l'accelerazione dell'accordo di fine novembre 2016, e l'instaurarsi di un percorso comune tra Governo e sindacanti volto a riformare la Pubblica amministrazione e rinnovare i contratti statali, nei due mesi successivi la negoziazione ha subito una fase di stallo. I nodi da sciogliere sono molteplici: quali saranno gli aumenti degli stipendi per gli anni 2016 e 2017? Come saranno premiati con la valutazione ed il merito i dipendenti statali? Quali saranno gli importi degli arretrati (dopo la sentenza della Corte costituzionale dell'estate del 2015) e delle indennità di vacanza contrattuale?