Può il no-profit essere una professione? La risposta è , anche il mondo del volontariato può diventare un Lavoro, molto gratificante, che permette di mantenersi portando avanti i propri ideali. Ma lavorare in questo settore può risultare anche molto faticoso: chi vuole inoltrarsi in questo mondo deve tenere presente che in media gli stipendi nelle associazioni no-profit sono più bassi rispetto al mondo delle aziende, mentre le competenze professionali richieste sono molto elevate. Spesso le associazioni dipendono da finanziamenti esterni, per cui non di rado hanno difficoltà a mantenere delle buone retribuzioni per i propri dipendenti.

Pubblicità

In più chi decide di lavorare in questo settore deve avere una forte passione per il sociale e una condivisione dei valori delle associazioni richiedenti. Prima di inviare il proprio curriculum ad un'associazione, assicuratevi quindi di condividerne la "mission" e la "vision".

Le figure più ricercate

Le figure più ricercate dalle organizzazione no-profit sono giornalisti, social media marketing, fundraiser, manager, progettisti, commercialisti, cooperanti, agronomi, infermieri, operatori, animatori, psicologi ed esperti in risorse umane...

Sono dunque molteplici le figure professionali ricercate, sia in Italia sia all'estero, dalle associazioni non a scopo di lucro. Nel caso una persona non si senta ancora ferrata in nessuno di questi campi il Servizio Civile (affrettatevi a fare domanda, molti bandi sono appena usciti) e i tirocini curriculari possono essere un buon trampolino di lancio per iniziare a conoscere questo settore. Inoltre, se avete del tempo a disposizione, potete sempre trovare molte possibilità di aiutare le Organizzazioni Non Governative e le associazioni prestando qualche ora del vostro tempo al volontariato.

Pubblicità

Altrimenti le conoscenze per lavorare in questo settore si possono sempre "acquisire": esistono Master universitari specifici apposta per il no-profit. Nel caso cerchiate invece una formazione più economica corsi online, come quelli di ONG 2.0, possono aiutare a professionalizzarsi in uno di questi settori.

Dove cercare le posizioni aperte

Questo tipo di mansioni non vengono solitamente pubblicizzate nei normali siti di lavoro o nelle agenzie per l'impiego. Bisogna quindi dotarsi di un po' d'ingegno per riuscire a trovare le offerte lavorative per il no profit.

In molti siti di organizzazioni c'è inoltre la sezione "lavora con noi", dove potete trovare tutte le posizioni disponibili. Altrimenti, se non avete voglia di guardarvi una per una tutte le organizzazioni esistenti, date un’occhiata ai siti creati appositamente per cercare le vacancies per il no-profit, tra cui job4good, Volint, oppure l'account Twitter di Ong2zeroJobs, aggiornato con le ultime offerte di lavoro. Se invece volete lavorare per la cooperazione gestita dal MInistero degli Affari Esteri, potete controllare il sito della Farnesin, dove ciclicamente vengono pubblicate le nuove posizioni.

Pubblicità

Ecco alcune offerte interessanti

  • Cesvi Onlus Cerca un Team Leader per la raccolta fondi face 2 face a Bergamo e dei referenti territoriali a Bergamo, Torino e Napoli. Inoltre sono aperti i Bandi per il servizio civile nella sede di Bergamo. Per chi invece cerca lavoro all'estero, CESVI è alla ricerca di personale in Myanmar, Libia, Libano, Tagikistan e Haiti. Per maggiori informazioni controllare la sezione "lavora con noi" del sito dell'ONG (https://www.cesvi.org/partecipa/lavora-con-noi/)
  • L'associazione CEFA Onlus cerca dei dialogatori a Bologna; Per le candidature inviare il proprio cv all’indirizzo dialogatori@cefaonlus.it
  • La sponda Società cooperativa Onlus cerca a San Vito Romano un supervisore clinico d’equipe, con laurea in Psicologia iscritto all'albo e titolare di partita Iva. Per candidarsi andate nella sezione "lavora con noi" del sito della cooperativa ( www.lasponda.it)
  • Help Code Italia Onlus cerca a Genova un esperto di social media marketing che sia creativo, capace di lanciarsi oltre gli ostacoli per trovare soluzioni alternative alle difficoltà quotidiane, con spirito intraprendente e con entusiasmo. Le candidature vanno mandate a: recruitment@helpcode.org