Anche se le assegnazioni provvisorie sono regolamentate dal CCNI, l’anno scorso alcune regioni, Sicilia compresa, agirono in deroga, dando la possibilità a tanti docenti di ruolo su posto comune e non specializzati, di poter ottenere l'assegnazione provvisoria per avvicinarsi a casa.

Assegnazione provvisoria no senza titolo

Le a.p. dell’anno scorso, nelle regioni del Sud soprattutto, furono una soluzione per i tanti docenti che, assunti con il piano straordinario, provenienti da una gm regionale e non provinciale, non solo ebbero la possibilità di chiedere assegnazione provvisoria e in tutte le province, ma di poterla ottenere anche su una cattedra di sostegno, pur non essendo in possesso del titolo.

Come è accaduto nel 2016, alcuni docenti spediti al Nord dall’algoritmo, speravano che anche quest'anno si verificasse la stessa concessione, ma le regole stabilite da Viale Trastevere, si era detto, questa volta non avrebbero subito variazioni. Il contratto nazionale sulle utilizzazioni si è espresso parlando di deroga per motivi territoriali e locali, ma per assegnazioni provvisorie non avrebbe dovuto esserci possibilità di variazione. In tanti l’anno scorso erano riusciti ad avvicinarsi a casa ottenendo una cattedra di sostegno pur non essendo specializzati, decisione che allora fece discutere in quanto, messi da parte i posti per i precari con titolo sul Sostegno, le restanti cattedre furono date ai docenti di ruolo, togliendo lavoro ai precari.

L’ultima riunione sulle a.p. sarà il 26 luglio, ma pare la chiusura sia netta, i posti di sostegno quest’anno verranno dati ai precari anche sprovvisti di titolo.

Veneto e Calabria derogano a.p.

Le due regioni, una del Nord e una del Sud, consapevoli di un regolamento stabilito dal ministero, hanno sottoscritto dei contratti regionali che gestiranno autonomamente le assegnazioni provvisorie.

Il Veneto ha disposto che nell’area di Venezia i docenti potranno chiedere a.p. spostandosi all’interno dell’area abbracciando liberamente terraferma, isole o centro storico. La Calabria, invece, ha ripristinato la possibilità di cambio alla pari tra docenti. Cosa farà la Sicilia?

Ricordiamo che le date per l’invio della richiesta di assegnazione provvisoria, che si effettuerà come il Modello B, attraverso IOL, sono: per Infanzia e primaria dal 10 al 20 luglio, per la secondaria di I e di II grado si apriranno una volta scaduto l'inoltro del Modello B, e cioè dal 24 luglio al 2 agosto.

Segui la pagina Scuola
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!