Nelle ultime ore si registra un'interessante iniziativa da parte delle lavoratrici richiedenti la proroga di Opzione Donna. All'interno del gruppo amministrato da Giulia Molinaro e Vania Barboni è nata l'idea di una manifestazione in piazza Montecitorio a Roma di fronte alla Camera dei Deputati, per chiedere con forza i dati del contatore e tenere viva l'attenzione delle forze politiche sulla pensione anticipata delle donne prima dei 60 anni con 35 anni di contributi. La proposta è stata lanciata da una delle utenti più attive del gruppo, Silvia Antonelli.

Prosegue in queste ore l'adesione da parte delle utenti.

Le ultime novità su Opzione Donna

Ieri hanno fatto scalpore le dichiarazioni dell'onorevole del Partito democratico Rotta, che ha confermato il proprio ottimismo sulla proroga di Opzione Donna al 2018. La deputata ha fatto riferimento ai risparmi sui fondi stanziati precedentemente dal governo per il regime sperimentali, che ammontavano a circa 2 miliardi di euro. Alessia Rotta ha ribadito quanto già era noto da tempo, in merito ai soldi stanziati dall'esecutivo.

Rimane un punto interrogativo invece la questione riguardante gli effettivi risparmi avuti, in considerazione del fatto che soltanto un numero limitato delle lavoratrici ha usufruito di tale provvedimento.

In settimana, precedentemente alle parole della Rotta, era arrivato anche l'intervento di Cesare Damiano. Il presidente della Commissione Lavoro alla Camera ha formalmente chiesto che i risparmi accumulati vengano reinvestiti da una parte nella proroga della misura sperimentale al prossimo anno e dall'altra parte per risolvere la questione legata agli esodati, oltre che per aumentare la platea di beneficiari dell'Ape sociale e della quota 41.

Tornando alla manifestazione promossa dal gruppo "Opzione Donna Proroga al 2018", ancora non è stata segnalata una data precisa in cui si terrà la mobilitazione di almeno cento lavoratrici. E' questo infatti il numero minimo richiesto per procedere con l'iniziativa. Dalle prime indiscrezioni, appare improbabile una manifestazione il venerdì ed il sabato, considerata l'assenza dei politici. Immaginiamo che si svolgerà in un giorno feriale, dal lunedì al giovedì, probabilmente all'inizio del prossimo mese di novembre.

Per rimanere aggiornata sulla nuova manifestazione per Opzione Donna e le ultime notizie sulle pensioni continuate a seguirci.

Segui la pagina Pensioni
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!