L'Inps ha pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale 4ª Serie Speciale, numero 34 del 27 aprile 2018, il bando di concorso pubblico per la selezione di ben 967 nuovi Consulenti di protezione sociale. Indicheremo quali sono i requisiti richiesti ai candidati, la scadenza e le modalità di presentazione della domanda.

Requisiti richiesti

Tutti i candidati che presentano l'istanza di partecipazione al concorso pubblico [VIDEO], devono necessariamente possedere i seguenti requisiti minimi:

  • Laurea Magistrale/Specialistica (o vecchio ordinamento) nelle discipline indicate all'interno del bando di concorso, consultabile sulla Gazzetta Ufficiale indicata nel paragrafo precedente;
  • cittadinanza italiana oppure di un paese membro dell'Unione Europea;
  • idoneità psico-fisica;
  • non essere mai stati dispensati o destituiti dal servizio presso una Pubblica Amministrazione;
  • pieno possesso di tutti i diritti politici e civili;
  • aver assolto tutti gli obblighi di leva.

Scadenza concorso pubblico e presentazione domanda

I requisiti precedentemente indicati, devono essere posseduti dal candidato al momento della presentazione della domanda e comunque entro e non oltre la data di scadenza del bando, fissata per le ore 16.00 del giorno 28 maggio 2018.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Pensioni

La domanda di partecipazione deve essere presentata utilizzando il form online, predisposto e raggiungibile nel portale ufficiale dell'Istituto di Previdenza sociale, all'interno della sezione "Concorsi".

Il candidato convaliderà la sua istanza e dopo tale operazione, provvederà a stamparla e firmarla per poi esibirla il giorno della prima prova scritta prevista. La mancata presentazione della domanda cartacea ai varchi di ammissione del concorso, comporterà la definitiva esclusione del candidato.

Prove d'esame

Il bando di concorso pubblico [VIDEO], prevede quattro possibili prove d'esame, strutturate nel seguente modo:

  • Preselezione (eventuale), a seconda del numero dei partecipanti;
  • prima prova scritta con questionari a risposta multipla su diritto amministrativo, costituzionale, lavoro, legislazione sociale, bilancio e contabilità pubblica, pianificazione, programmazione controllo ed infine gestione aziendale;
  • seconda prova scritta, con risposta predeterminata su economia del lavoro, scienza delle finanze, diritto penale e civile ed economia;
  • colloquio finale sulle argomentazioni delle due prove scritte e verifica dell'eventuale conoscenza della lingua inglese e delle conoscenze informatiche.

Per ulteriori approfondimenti sull'argomento, vi invitiamo a visitare il canale "Lavoro Giovani" per rimanere costantemente aggiornati sul concorso pubblico in questione.