Dopo mesi di discussioni e incertezze, ormai sembra che la questione relativa alla possibilità di utilizzare anche quest'anno i codici commentati durante le prove scritte dell'esame di abilitazione forense, si stia ufficialmente concretizzando: la questione, infatti, è stata inserita nel decreto milleproroghe (dl 91/2018) ed attende l'ultimo via libera da parte della Camera.

Ciò significa che, agli aspiranti avvocati, non resta altro che attendere il mese di settembre per sapere con certezza se al prossimo esame sarà ancora consentito l'utilizzo dei codici annotati con la giurisprudenza e se anche i corsi di formazione verranno rinviati oppure no.

Pubblicità
Pubblicità

Il decreto Milleproroghe

Come già anticipato nel paragrafo precedente, la questione del rinvio della riforma è stata inserita nel decreto legge 91 del 2018, conosciuto appunto come decreto milleproroghe, così chiamato proprio perchè funzionale a prorogare o a risolvere entro la fine dell'anno problematiche considerate particolarmente urgenti.

La questione è già stata sottoposta all'attenzione del Senato, che ha acconsentito allo slittamento della riforma: a partire dal prossimo 11 settembre, invece, il tema verrà affrontato dalla Camera, la quale dovrà pronunciarsi in merito.

Pubblicità

In ogni caso, una conclusione definitiva della questione dovrebbe aversi entro il prossimo 24 settembre, data di scadenza del decreto stesso: entro questo termine, si saprà se i futuri giuristi svolgeranno l'esame con o senza i codici commentati.

Quali modifiche comporterebbe la riforma

Le associazioni di giuristi, l'associazione nazionale forense e gli aspiranti avvocati sono tutti abbastanza contrari all'eventuale entrata in vigore della riforma, la quale renderebbe l'esame di abilitazione forense decisamente più gravoso: non soltanto i candidati non potrebbero ricorrere all'ausilio della giurisprudenza, ma dovrebbero ottenere anche la sufficienza in tutti e tre gli scritti e aumentare il numero delle materie da portare all'orale.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Offerte Di Lavoro

Relativamente a questo punto, si è espressa senza mezzi termini la stessa Anf- Associazione Nazionale Forense, la quale ha osservato come l'eliminazione dei codici commentati non sia una scelta ragionevole, in quanto nessun avvocato potrebbe scrivere un parere senza l'ausilio della giurisprudenza.

In ogni caso, per sapere con certezza quale sarà il futuro degli aspiranti avvocati, non resta altro che attendere l'11 settembre per conoscere l'orientamento della Camera.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto